02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti per lavoratori autonomi e liberi professionisti

pubblicato da il 20 gennaio 2017
Prestiti per lavoratori autonomi e liberi professionisti

I prestiti per lavoratori autonomi e liberi professionisti non differiscono tecnicamente da tutti gli altri, se non per il tipo di garanzia da presentare: non potendo infatti contare, come i lavoratori dipendenti, su un reddito mensile dimostrabile tramite busta paga, per accedere alle tradizionali forme finanziarie tutti coloro che svolgono un'attività in proprio sono tenuti a documentare in altra maniera la loro affidabilità creditizia.

Il requisito principale per un soggetto che vuole ottenere un prestito per lavoratore autonomo è la presentazione del modello Unico, grazie al quale la banca può verificare l’effettiva solidità finanziaria del richiedente. Qualora l'istituto di credito reputi però insufficienti le garanzie fornite dall'Unico (i motivi possono essere diversi, dal reddito complessivo troppo basso alla carenza di entrate periodiche costanti) può pretenderne l'esibizione di ulteriori, che potrebbero per esempio essere un terzo soggetto garante.

Costui, solitamente un parente stretto di chi chiede il prestito, deve a sua volta dimostrare di essere una persona economicamente affidabile (meglio ancora se un lavoratore a tempo indeterminato) e in ogni caso non può mai sostituirsi in maniera permanente al beneficiario nel rimborso delle rate, ma intervenire solo in casi straordinari e sporadici.

In alternativa al modello Unico o al terzo soggetto garante, i lavoratori autonomi e i liberi professionisti possono presentare altri tipi di garanzie per ottenere sia prestiti tradizionali che prestiti online. Ce ne sono di diversi: l'ipoteca su un immobile di proprietà, un pacchetto di titoli azionari o obbligazionari, l'incasso di un canone di affitto o l'eventuale assegno di mantenimento corrisposto dall’ex coniuge. Inoltre viene preso sempre più frequentemente in considerazione il prestito cambializzato, un prodotto finanziario che consente di accedere al credito mediante la sottoscrizione di cambiali. Nel caso dei lavoratori autonomi è però necessaria la presentazione di un’assicurazione sulla vita aperta da almeno due anni.

Chiudiamo ricordando un aspetto molo importante che riguarda i prestiti per  lavoratori autonomi e liberi professionisti: essendo di norma leggermente più “rischiosi”, sono sottoposti a un tasso fisso per tutta la durata del piano di ammortamento e più alto rispetto alla media di altri prodotti.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€ Confronto Prestiti »
Vota la news:
Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 13 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai prestiti

Guide Prestiti