02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti a fondo perduto: obiettivi e finalità dei finanziamenti UE

pubblicato da il 23 marzo 2017
Prestiti a fondo perduto: obiettivi e finalità dei finanziamenti UE

I finanziamenti o prestiti a fondo perduto dell'Unione Europea sono un'ottima soluzione per chiunque voglia avviare un'impresa in ciascuno dei 28 paesi membri, Italia compresa, pur senza disporre di una solida base economica. Si tratta generalmente di fondi che vengono erogati per lo sviluppo di progetti atti a favorire lo sviluppo economico e sociale di un territorio, specie se svantaggiato o poco sviluppato, e che permettono l'acquisto di tutti gli strumenti necessari (dai macchinari ad eventuali corsi di formazione e aggiornamento riservati ai dipendenti) allo svolgimento dell'attività prevista.

Di solito in bandi dell'Unione Europea vengono pubblicati sul sito della Commissione Europea o sulla Gazzetta Ufficiale dell'UE (nel caso di fondi gestiti direttamente dall'Unione), mentre se la gestione spetta ai singoli Stati, tutte le informazioni si possono reperire sui siti degli enti proponenti e sulle diverse Gazzetta Ufficiali nazionali o regionali. La programmazione dei fondi europei viene fatta ogni sette anni e attualmente il periodo interessato è quello che va dal 2014 al 2020: per quanto riguarda i finanziamenti a fondo perduto ancora disponibili nel 2017, tra i più interessanti troviamo il FEASR e Giovanisì.

Per il FEASR, Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale, l'Unione Europea ha stanziato cento miliardi di euro per tutti gli stati membri. Questi prestiti intendono favorire la conoscenza e l'innovazione nel settore agricolo, forestale e nelle zone rurali, incentivare e spingere sulla redditività e la competitività di tutti i tipi di agricoltura, promuovere tecnologie innovative per le aziende agricole e una gestione sostenibile delle foreste, sostenere l'organizzazione della filiera alimentare, il benessere degli animali e la gestione dei potenziali rischi e supportare l’inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico delle zone rurali.

Niente male anche Giovanisì, il progetto realizzato dalla regione Toscana per incentivare l'autonomia economica dei giovani dai 18 ai 40 anni. Si rivolge soprattutto alle startup e in particolare a quelle del settore agricolo, aiutando i giovani imprenditori ad avviare la propria azienda mediante contributi a fondo perduto sugli investimenti. Si richiede però che gli aspirati imprenditori abbiano le competenze tali da poter ottenere la qualifica di IAP, Imprenditore Agricolo Professionale, e che presentino un adeguato piano aziendale per lo sviluppo dell'attività.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€ Confronto Prestiti »
Vota la news:
Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 13 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai prestiti

Guide Prestiti