02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Credito al consumo, le prospettive 2017 secondo l’osservatorio Compass

pubblicato da il 2 gennaio 2017
Credito al consumo, le prospettive 2017 secondo l’osservatorio Compass

In attesa delle rilevazioni di inizio anno facciamo il punto sulla situazione del credito al consumo a fine 2016 e delle prospettive per il 2017 indicate dall’Osservatorio Compass. Lo studio si avvale dei dati raccolti presso i punti vendita convenzionati a novembre 2016, oltre 56.000, con un focus sul settore auto e moto, importante traino al mercato. L’erogato dai settori convenzionati con Compass era pari, nei primi sei mesi del 2016, a 9 miliardi di euro, dei quali 7,2 miliardi nel finanziamento auto e moto. L’andamento positivo di questo settore porta ottimismo tra gli esercenti convenzionati intervistati. I 400 raggiunti dalla rilevazione si dividono principalmente tra chi prevede una ripresa nelle vendite, circa il 53%, e chi comunque prevede stabilità, circa il 36,9%.

Le percentuali non variano di molto per quanto riguarda gli altri settori importanti del credito al consumo, elettronica e arredamento. Nel caso dell’elettronica si ha un 46,3% degli intervistati che prevedono una crescita del volume di affari e il 41,3% che immaginano resteranno stabili. L’arredamento invece vede prevalere una sensazione di stabilità più che di miglioramento, 45% contro il 43,8%. Il clima quindi sembra generalmente orientato a una maggiore fiducia per l’anno 2017. Il conto delle giacenze, il calcolo dei costi e la concorrenza creano ancora preoccupazione, ma in misura minore rispetto a inizio 2016. Alle domande relative al contesto macroeconomico per il 2017 gli operatori rispondono con una certa fiducia, prevedendo soprattutto un aumento delle vendite, oltre che una generale ripresa dell’economia.

Il mercato del credito al consumo è cresciuto nell’ultimo trimestre del 2016 di una buona percentuale, circa il 19%, trainato come si diceva soprattutto dall’acquisto a rate di auto e moto, settore che da solo ha visto un aumento del 24% sul 2015. La sensazione predominante tra circa 2000 esercenti intervistati è che la possibilità di acquistare tramite finanziamento fornisca un deciso supporto alle vendite per oltre la metà dei casi, e che senza la possibilità di rateizzare la spesa il cliente avrebbe dovuto rinunciare all’acquisto. Oltre la metà della clientela risulta inoltre già informata rispetto ai termini del finanziamento, principalmente attraverso il canale web (54%) ma anche di persona presso la finanziaria (41%).

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€ Confronto Prestiti »
Vota la news:
Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 10 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai prestiti

Guide Prestiti