02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Sky rimodula la propria offerta Pay TV?

pubblicato da il 29 aprile 2016
Sky rimodula la propria offerta Pay TV?

Tempo di cambiamenti per le Pay Tv di casa nostra che, impegnate a contrastare la perdita degli abbonati e la contemporanea crescita delle internet TV, cercano nuove strade per rendersi appetibili al pubblico. Se Mediaset Premium ha trovato un alleato forte in Vivendi per la sua internazionalizzazione, con novità per l’utente finale ancora tutte da scoprire, per Sky si preannunciano invece cambi di strategia all’interno della propria offerta, destinata ad essere rimodulata in base alle effettive esigenze dei propri utenti.

Non stiamo parlando di nuove promozioni Sky, ma di un riassetto dei pacchetti disponibili che dovrebbe prendere forma dopo l’estate. Un cambiamento al via con l’ormai imminente lancio di Sky Q e con il passaggio da Sky Online a Now TV, la nuova internet TV che prenderà vita dall’esperienza online sul mercato britannico, ma che coinvolgerà anche la TV satellitare, per la quale Sky sta sondando gli umori del pubblico, dei clienti acquisiti e dei potenziali, attraverso appositi questionari. Domande che, oltre a misurare la soddisfazione dei clienti, vogliono comprendere meglio quali siano i servizi più richiesti dai telespettatori  moderni e quali le possibili combinazioni di pacchetti da proporre.

Considerato l’ampio numero di servizi introdotti da Sky nel corso degli ultimi anni, anche grazie al decoder connesso a internet, si tratta di un’operazione importante, quanto complicata. Non a caso, per rimodulare la propria offerta, Sky sta sottoponendo al pubblico un paniere di poco meno di 40 diverse configurazioni di abbonamento. Stando alle indiscrezioni, tutto dovrebbe comunque ruotare intorno a un’offerta base di contenuti per l’intrattenimento ancora più varia, comprensiva dei programmi per bambini, ai quali aggiungere pacchetti tematici: dalle stagioni delle Serie TV (Sky Box Sets) agli opzionali Cinema, Calcio e Sport. Il rischio, sospettano alcuni, è che Sky voglia aumentare il costo del pacchetto base e frazionare ulteriormente l’offerta di contenuti e servizi, come On Demand e HD. Altri, invece, interpretano il sondaggio di Sky come la volontà di avvicinarsi di più alle esigenze di una tipologia di clientela che, grazie alle internet TV, ha oggi la possibilità scegliere e pagare solo i contenuti  di proprio interesse. La verità la scopriremo tra qualche tempo, forse già dopo l’estate.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe Pay TV, scegli l'offerta migliore e richiedi l'attivazione on line.

Operatori Pay TV

Scopri le informazioni societarie degli operatori Pay TV, con le offerte disponibili.

Tutte le piattaforme

Guide alla Pay TV