02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Europa indaga sui programmi oscurati all’estero

pubblicato da il 16 gennaio 2014
Europa indaga sui programmi oscurati all’estero

L’Antitrust europeo punta il dito contro le Pay TV che bloccano l’accesso ai propri programmi dall’estero e avvia un’indagine per conoscere i motivi di questa pratica. L’annuncio arriva da Joaquín Almunia, vice presidente della Commissione Europea responsabile della Concorrenza, e prevede un’analisi dettagliata degli accordi di licenza in atto tra gli studios statunitensi e le emittenti televisive europee.

Ad essere finiti nel mirino dell’Antitrust sono alcuni colossi dell’intrattenimento: Twentieth Century Fox , Warner Bros, Sony , NBCUniversal e Paramount,  tra le major americane; BSkyB (Regno Unito), Sky Italia, Canal + (Francia) , Sky Deutschland (Germania) e DTS (Canal Plus in Spagna ), tra le Pay TV del vecchio continente.

A scanso di equivoci, lo stesso Joaquín Almunia sottolinea con chiarezza come non sia nelle intenzioni dell’UE vietare le licenze territoriali, quanto piuttosto comprendere i motivi per i quali un cittadino comunitario che viaggia all’interno dei confini europei non possa accedere ai programmi televisivi della Pay TV a cui è abbonato nel proprio paese. Una questione del tutto legittima, soprattutto nell’era dello streaming online, con i device connessi che stanno velocemente soppiantando i “meno trasportabili” decoder e parabola.

“La nostra indagine si concentrerà sulle restrizioni che impediscono la vendita dei contenuti, in risposta ad ordini non sollecitati di telespettatori situati in altri stati membri - le cosiddette ‘vendite passive’ - o agli abbonati esistenti che si trasferiscono o viaggiano all'estero” , spiega Almunia nella nota ufficiale. Solo conoscendo gli accordi tra studios ed emittenti, infatti, l’Antitrust europeo potrà capire se queste restrizioni transfrontaliere costituiscano o meno una violazione delle norme UE sulla concorrenza. Già in passato, la Corte di Giustizia europea era stata chiamata ad esprimersi su un caso simile, quello delle partite di calcio trasmesse via satellite, e aveva così sentenziato: “L’'esclusiva territoriale assoluta assegnata a un’emittente televisiva può essere anticoncorrenziale se elimina qualsiasi concorrenza tra emittenti e porta ad una compartimentazione del mercato unico lungo i confini nazionali”.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe Pay TV, scegli l'offerta migliore e richiedi l'attivazione on line.

Operatori Pay TV

Scopri le informazioni societarie degli operatori Pay TV, con le offerte disponibili.

Tutte le piattaforme

Guide alla Pay TV