02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Tassi BCE, situazione attuale e prospettive

pubblicato da il 14 febbraio 2017
Tassi BCE, situazione attuale e prospettive

Il bollettino economico divulgato a inizio febbraio dalla BCE conferma che i tassi di interesse validi per l'Eurozona non subiranno aumenti nell'immediato futuro e il quantitative easing proseguirà almeno fino alla fine dell'anno. La preoccupazione rispetto all'inflazione, complessivamente aumentata, persiste, così come l'incertezza per le problematiche geopolitiche legate all'uscita della Gran Bretagna dalla scena europea e alle future politiche commerciali messe in atto dall'amministrazione Trump.

Il tasso BCE principale resta azzerato, fermo allo 0,00%, il tasso sui depositi bancari è a -0,40%, il rifinanziamento marginale allo 0,25%. Per quanto riguarda il quantitative easing, secondo il comunicato dalla Banca Centrale Europea resterà a 80 miliardi al mese fino a marzo 2017 per poi scendere a 60 miliardi. Il suo prolungamento dipenderà in parte dai livelli di inflazione raggiunti, ma si tratta di un'eventualità già messa in conto dal presidente della BCE Draghi, che prende anche posizione rispetto alla necessità irrevocabile di salvaguardare l'euro e l'unità economica europea. A questo proposito sono arrivati chiarimenti, durante un successivo incontro con la cancelliera tedesca Merkel, rispetto all'idea di un'Europa a due velocità, considerata pericolosa ai fini della tenuta della moneta unica. Dal colloquio è emerso che la proposta di una cooperazione più forte tra alcuni Paesi non ha mai riguardato il mercato valutario, e che comunque qualsiasi progetto dovrà rimanere accessibile a tutti gli Stati membri senza eccezione.

Tornando al tasso BCE, in merito ai mutui casa si può quindi confermare una certa stabilità per chi sceglie questa opzione per un finanziamento variabile, in alternativa al tasso su indice Euribor. La convenienza dell'offerta dipende sempre dallo spread applicato dalle singole banche, valore che è possibile confrontare calcolando la rata del mutuo preventivamente, attraverso appositi comparatori. Il costo di un mutuo a tasso BCE è normalmente più alto se confrontato a un tasso variabile su base Euribor, che comporta una percentuale di rischio maggiore rispetto alle oscillazioni del mercato.

Mutuo casa: ottieni il migliore per te Calcolo rata mutuo »
Vota la news:
Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 8 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Tags: Tasso BCE

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai mutui

Guide Mutui