02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Tassi BCE e mutui, andamento e prospettive

pubblicato da il 24 aprile 2017
Tassi BCE e mutui, andamento e prospettive

Il secondo bollettino economico BCE 2017, pubblicato dopo la riunione del 9 marzo, conferma la necessità di proseguire con i tassi al ribasso, quindi ancora per diverso tempo a livelli pari o inferiori a quelli a cui siamo abituati, fino a dicembre 2017 ed eventualmente oltre. Il presidente Draghi a inizio aprile conferma che non sono previste variazioni rispetto alle indicazioni finora fornite su tassi e acquisti di titoli, perché nonostante segnali incoraggianti non si può ancora dire di aver vinto sul fronte dell’inflazione.

Una recente analisi riportata da Il Sole 24 Ore mette in luce come, nonostante la conferma che il tasso variabile non salirà almeno nel breve termine e anzi potrebbe persino scendere, il tasso fisso resti la soluzione di gran lunga preferita, per 9 mutui su 10 a marzo 2017, surroga inclusa. Eppure non mancano offerte interessanti di mutui a tasso variabile, calcolati in base al tasso BCE o su indice Euribor, quest’ultima la soluzione con tassi di partenza in assoluto più convenienti. Sono soprattutto i mutui casa richiesti per cifre fino al 50% del valore dell’immobile che possono considerarsi oggi un affare, perché non mancano offerte con TAEG inferiore o di poco superiore all’1%. Per quanto riguarda i mutui a tasso fisso, le migliori offerte vedono il TAEG aggirarsi attorno al 2% per LTV fino al 50%, e arrivare al massimo al 2,50% per LTV fino all’80%. La differenza tra le due tipologie di tasso è concreta e considerato quanto prospettato dalla Banca Centrale Europea difficilmente gli indici su cui è calcolato il tasso variabile potrebbero ricominciare a salire fino a colmare questa distanza prima di almeno 5 anni. Il calcolo rende particolarmente interessante la scelta del tasso variabile per mutui brevi, con piano di ammortamento non superiore a 10, 15 anni. Per durate maggiori ovviamente non è facile calcolare l’andamento del mercato, e da qui il prevalere della prudenza riscontrato e la tendenza marcata a preferire un tasso fisso, comunque molto più conveniente rispetto al passato.

Offerte Mutuo Acquisto prima casa

Prodotto: Mutuo Giovani Fisso
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,42% (Tasso finito)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,79%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 57.465,00
Rata mensile € 239,44
Prodotto: Mutuo In Tasca - Giovani
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,42% (Tasso finito)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,79%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 57.465,00
Rata mensile € 239,44
Prodotto: Mutuo A Tasso Fisso
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,45% (Irs 20A + 0,00%)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,68%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 57.635,42
Rata mensile € 240,15

Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Foglio Informativo e Guida ai Tassi. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità.

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la news:
Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 12 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 19/08/2018 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Tags: Tasso BCE

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai mutui

Guide Mutui