02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Primi segni di rincaro sui tassi dei mutui: facciamo il punto

pubblicato da il 23 gennaio 2019
Primi segni di rincaro sui tassi dei mutui: facciamo il punto

L’idea che sia il caso di affrettarsi se si ha in programma di acquistare casa sottoscrivendo un finanziamento diventa via via più concreta, dati i segnali non incoraggianti provenienti da ABI e Bankitalia in merito ai primi segni di rincaro dei tassi di mutui alle famiglie, conseguenza dell’impennata dello spread Btp/Bund a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi e che tuttora preoccupa banche e mercati.

C’è la chiara sensazione, supportata dalle ultime rilevazioni, che la convenienza dei tassi finora applicati ai mutui casa, aiutata anche dal ribasso costante degli indici di riferimento Eurirs ed Euribor, sia destinata ad esaurirsi, e che le problematiche e i danni che lo spread ad alti livelli provoca al sistema bancario finiranno per pesare sull’accessibilità al credito e sui tassi applicati a mutui e prestiti già a partire da quest’anno.

Prendendo in esame il rapporto mensile ABI relativo a dicembre 2018 si rileva da una parte la crescita su base annua delle richieste di prestiti a famiglie e imprese (+1,5%) e una crescita del mercato dei mutui, +2,3% su base annua. Crescono anche i tassi di interesse, seppure moderatamente, come riporta la stessa ABI analizzando i dati tra ottobre e novembre 2018 (1,91% a novembre contro 1,88% da ottobre per il tasso medio dei muti casa e 1,54% contro 1,52% per il finanziamento alle imprese).

Queste tendenze sono state poi confermate dalla Banca d’Italia nelle statistiche periodiche Banche e moneta: serie nazionali. La nota pubblicata il 10 gennaio 2019 con riferimento alla situazione di novembre 2018 conferma la tendenza alla crescita dei prestiti nel settore privato e al contempo l’aumento dei tassi applicati.

Va ricordato che l’effetto dello spread Btp/Bund incide sulla convenienza dei mutui nella misura in cui le banche aumentano, per compensare gli squilibri che ne derivano, lo spread interno applicato al mutuo, che va a sommarsi all’indice scelto, Euribor o Eurirs. Essendo questi due valori ancora a livelli convenienti per il cliente finale, diventa particolarmente importante confrontare le diverse offerte bancarie alla ricerca delle condizioni più convenienti per il periodo.

Offerte Mutuo a Tasso Fisso

Prodotto: Mutuo Giovani Fisso
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,25% (Tasso finito)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,62%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 56.536,05
Rata mensile € 235,57
Prodotto: Mutuo Acquisto Tasso Fisso Last Minute
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,31% (Irs 20A + 0,55%)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,67%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 56.862,82
Rata mensile € 236,93
Prodotto: Mutuo Base
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,33% (Irs 20A + 0,45%)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,57%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 56.972,01
Rata mensile € 237,38

Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Foglio Informativo e Guida ai Tassi. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità.

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la news:
Valutazione media: 4,1 su 5 (basata su 9 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 19/06/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Guide ai mutui

Guide Mutui