Serve assistenza?
02 55 55 5

Dichiarazione dei redditi 2014, ecco tutte le detrazioni relative alla casa

mutui news dichiarazione dei redditi 2014 detrazioni casa

L’annuale appuntamento con il Fisco è alle porte. Ecco allora quali sono le detrazioni relative alla casa da considerare in dichiarazione dei redditi e quali le novità introdotte dal Piano casa del Governo Renzi.

Sul fronte dei mutui prima casa sarà possibile detrarre quest’anno (e anche per il 2015) il 19% sugli interessi passivi pagati alla banca per un ammontare massimo di 4mila euro. I contribuenti che si avvalgono del beneficio dovranno essere in possesso delle quietanze che comprovano il versamento degli interessi, il contratto d’acquisto della casa e il contratto del finanziamento ipotecario.

Per quanto riguarda le ristrutturazioni edilizie, è stata invece prorogata la detrazione del 50% delle spese sostenute. Chi ha inoltre acquistato contestualmente mobili ed elettrodomestici di classe A+ potrà portare in detrazione il 50%, e fino a un massimo di 10mila euro, la spesa per gli arredi, che deve comunque essere spalmata su 10 anni. Quest’ultima agevolazione è stata prorogata sino al 2020 ed è strettamente legata alla somma spesa per la ristrutturazione. Se, ad esempio, le spese di ristrutturazione sono state pari a 5mila euro, l’importo detraibile per l’acquisto degli arredi non potrà superare tale cifra.

È possibile poi portare in detrazione le spese per la riqualificazione energetica sostenute dopo il giugno del 2013; mentre è pari al 65% (e con un tetto massimo di 96mila euro) la detrazione relativa agli interventi antisismici su immobili adibiti ad abitazione principale.

Il Piano casa del Governo prevede alcune novità anche in materia di affitti. La principale riguarda la Cedolare secca sugli affitti a canone concordato che passa da un’aliquota del 15% al 10% da calcolarsi sull’importo lordo percepito annualmente. La riduzione dell’aliquota resterà in vigore sino al 2017.

Agevolazioni fiscali, infine, anche per coloro che abitano in un alloggio di edilizia popolare e che potranno portare complessivamente in detrazione 900 euro se il reddito non supera i 15.493,71 euro e 450 euro se il reddito complessivo è compreso tra i 15.493,71 e i 30.987,41 euro.

Pubblicato da Castiglia Masella il 17 aprile 2014

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Mutuo Prima Casa

Confronta i nostri prodotti

Calcola rata mutuo
© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968