02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Detrazioni mutui prima casa: le regioni dove sono più richieste

pubblicato da il 6 maggio 2019
Detrazioni mutui prima casa: le regioni dove sono più richieste

La detrazione sui mutui prima casa riguarda principalmente gli interessi passivi e gli oneri accessori ed è un’agevolazione che è importante tenere presente in dichiarazione dei redditi, verificando se si possiedono i requisiti per richiederla.

Secondo le ultime stime del Dipartimento delle Finanze sono quasi 4 milioni i contribuenti che ne hanno beneficiato nel 2018.

I dati riportati dal Dipartimento delle Finanze fanno riferimento alle dichiarazioni 2018 sull’anno di imposta 2017 e registrano una richiesta di detrazioni sui mutui casa che interessa 3.690.877 contribuenti, per un ammontare di quasi 4,5 miliardi di euro. La regione che ha registrato la maggiore richiesta è la Lombardia, seguita da Lazio ed Emilia-Romagna.

Analizzando le prime 5 posizioni, dai dati del ministero risultano 906.669 contribuenti che hanno ottenuto l’agevolazione in Lombardia, 409.839 nel Lazio e 355.134 in Emilia-Romagna. Veneto e Piemonte sono rispettivamente in quarta e quinta posizione. Le detrazioni sul mutuo prima casa rappresentano una delle più importanti e utilizzate agevolazioni fiscali in Italia, precedute solo dalle detrazioni per le spese sanitarie, che nel 2018 hanno superato quota 18 miliardi euro.

Le detrazioni sul mutuo prima casa si applicano nella misura del 19% sugli interessi passivi versati alla banca nell’anno precedente la dichiarazione. Il tetto massimo, ovvero la somma massima alla quale applicare la detrazione, è fissato a 4.000 euro. Questo significa che l’agevolazione non potrà superare i 760 euro totali per contribuente. Nel caso il contribuente avesse versato una quota interessi più alta del tetto limite dei 4.000 euro la cosa non avrebbe quindi rilevanza ai fini della detrazione. Per poter beneficiare della detrazione sul mutuo prima casa è necessario che l’immobile sia adibito ad abitazione principale, di residenza, o lo diventi entro 12 mesi dall’acquisto e che l’intestatario del mutuo e il proprietario dell’abitazione coincidano. Secondo questa norma può detrarre gli interessi passivi sul mutuo anche un genitore che dà una casa di proprietà in uso al figlio, purché mutuo e immobile siano entrambi intestati al genitore.

Offerte Mutuo Acquisto prima casa

Prodotto: Mutuo Tasso Fisso
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,00% (Irs + 0,70%)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,68%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 55.187,32
Rata mensile € 229,95
Prodotto: Mutuo Base
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,11% (Irs 20A + 0,45%)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,40%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 55.778,21
Rata mensile € 232,41
Prodotto: Mutuo Fisso
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 1,19% (Irs 20A + 0,50%)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,54%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 56.210,47
Rata mensile € 234,21

Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Foglio Informativo e Guida ai Tassi. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità.

 

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la news:
Valutazione media: 4,4 su 5 (basata su 11 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 18/07/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Guide ai mutui

Guide Mutui