02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Dall’autunno 2019 l’Euribor va in pensione: al suo posto arriva Ester

pubblicato da il 10 gennaio 2019
Dall’autunno 2019 l’Euribor va in pensione: al suo posto arriva Ester

Il Parlamento europeo ha dato il via libera al nuovo regolamento in materia di tassi che, dopo vent’anni di ‘servizio’, manderà in pensione l’Euribor a partire dall’autunno del 2019. L’Euribor, l’indice che attualmente determina il tasso variabile applicato ai finanziamenti, verrà infatti sostituito con un nuovo parametro interbancario che verrà calcolato con modalità diverse e che dovrebbe chiamarsi Ester.

La rivoluzione, già nell’aria da un paio d’anni, e che ha registrato anche un primo tentativo di cambiamento poi naufragato, è stata decisa dall’Emmi (European Money Market Institute), l’organismo che gestisce l’Euribor e che utilizza per il calcolo del parametro la società indipendente di servizi di benchmarking finanziari Grss (Global Rate Set System).

 La riforma dell’indice prevede un nuovo modello di calcolo che dovrà tenere conto delle reali transazioni che avvengono sul mercato, oltre che di altri dati utili, con l’obiettivo di garantire una maggiore trasparenza e anche di scoraggiare eventuali manipolazioni illecite dell’indice da parte delle banche, come già successo in passato.

Attualmente, il valore dell’Euribor (Euro Inter Bank Offered Rate), che indica il tasso medio applicato ai prestiti tra banche, viene determinato quotidianamente in base alle valutazioni di una ventina di istituti di credito, tra i quali gli italiani Intesa Sanpaolo, Unicredit e Monte Paschi di Siena, che si scambiano informazioni tra loro.

L’incognita, ora, riguarda l’impatto che Ester potrà avere sul mercato dei mutui a tasso variabile, il cui valore complessivo si aggira sui mille miliardi di euro.

Se infatti, da un lato, il nuovo Euribor dovrebbe rispecchiare maggiormente le effettive condizioni del mercato, garantendo una maggiore stabilità, dall’altro, c’è il rischio che nelle fasi di turbolenza finanziaria, possa registrare consistenti oscillazioni, proprio perché legato all’andamento delle transazioni reali più soggette a facili fluttuazioni, con conseguenze dirette sulle rate dei mutui a tasso variabile.

Offerte Mutuo a Tasso Variabile

Prodotto: Mutuo Arancio Acquisto - Euribor
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,64% (Euribor 3M + 0,95%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 0,82%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 54.845,37
Rata mensile € 216,12
Prodotto: CARIGE MUTUO MIGLIORCASA VARIABILE
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,55% (Euribor 3M + 0,55%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 1,01%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 52.811,85
Rata mensile € 220,05
Prodotto: Mutuo A Tasso Variabile Sempre Light
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,65% (Euribor 1M + 0,95%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 0,75%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 53.060,93
Rata mensile € 222,23

Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Foglio Informativo e Guida ai Tassi. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità.

 

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la news:
Valutazione media: 4,5 su 5 (basata su 12 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 16/01/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Guide ai mutui

Guide Mutui