02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Come risparmiare sulle tasse se si sta pagando un mutuo

pubblicato da il 12 aprile 2019
Come risparmiare sulle tasse se si sta pagando un mutuo

E’ quasi tempo di dichiarazione dei redditi. Vediamo quanto e come si può risparmiare sulle tasse se si sta ripagando un mutuo. Per quanto riguarda i finanziamenti contratti per l’acquisto dell’abitazione principale (o per un immobile che diventerà tale entro 12 mesi dall’acquisto), è possibile detrarre dalla dichiarazione Irpef il 19% degli interessi passivi e, solo per il primo anno, degli oneri accessori (spese notarili, perizia e i costi di apertura mutuo).

L’ammontare massimo totale sul quale calcolare la detrazione è pari a 4mila euro. Di conseguenza lo sconto massimo che si può ottenere è di 760 euro (il 19% di 4mila). L’agevolazione spetta al titolare del finanziamento e, in caso di mutuo cointestato, anche al cointestatario per la relativa quota. Il titolare del mutuo può accedere al beneficio anche se l’immobile è l’abitazione principale di un familiare.

Se l’immobile acquistato non è invece abitazione principale, ad esempio le seconde case, non è prevista alcuna detrazione, a meno che il mutuo non sia stato stipulato prima dell’1 gennaio 1993. In tal caso la detrazione del 19% sugli interessi passivi si deve calcolare su un importo massimo di 2.065,83. A partire dal 1998 si possono inoltre portare in detrazione anche gli interessi passivi e gli oneri accessori relativi ai mutui stipulati per la costruzione e la ristrutturazione dell’abitazione principale e il relativo bonus è pari al 19% su un importo massimo di 2.582,28.

Per accedere alle detrazioni è necessario presentare in sede di dichiarazione Irpef la relativa documentazione. Cioè: le ricevute dei pagamenti delle rate del mutuo rilasciate dalla banca, il contratto di mutuo, l’atto di acquisto dell’immobile, i documenti che attestano l’entità delle spese sostenute per gli oneri accessori e un’autocertificazione che dimostri che l’immobile acquistato è stato adibito ad abitazione principale.

Offerte Mutuo a Tasso Variabile

Prodotto: Mutuo A Tasso Variabile
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,21% (Euribor 3M + 0,65%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 0,88%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 51.082,09
Rata mensile € 212,84
Prodotto: Mutuo Variabile
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,55% (Euribor 1M + 1,00%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 0,81%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 52.796,24
Rata mensile € 219,98
Prodotto: Hello! Home Variabile
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,55% (Euribor 1M + 1,00%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 0,81%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 52.796,24
Rata mensile € 219,98

Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Foglio Informativo e Guida ai Tassi. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità.

 

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 6 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 15/09/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Guide ai mutui

Guide Mutui