02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Come risparmiare sulle tasse se si sta pagando un mutuo

Come risparmiare sulle tasse se si sta pagando un mutuo

E’ quasi tempo di dichiarazione dei redditi. Vediamo quanto e come si può risparmiare sulle tasse se si sta ripagando un mutuo. Per quanto riguarda i finanziamenti contratti per l’acquisto dell’abitazione principale (o per un immobile che diventerà tale entro 12 mesi dall’acquisto), è possibile detrarre dalla dichiarazione Irpef il 19% degli interessi passivi e, solo per il primo anno, degli oneri accessori (spese notarili, perizia e i costi di apertura mutuo).

L’ammontare massimo totale sul quale calcolare la detrazione è pari a 4mila euro. Di conseguenza lo sconto massimo che si può ottenere è di 760 euro (il 19% di 4mila). L’agevolazione spetta al titolare del finanziamento e, in caso di mutuo cointestato, anche al cointestatario per la relativa quota. Il titolare del mutuo può accedere al beneficio anche se l’immobile è l’abitazione principale di un familiare.

Se l’immobile acquistato non è invece abitazione principale, ad esempio le seconde case, non è prevista alcuna detrazione, a meno che il mutuo non sia stato stipulato prima dell’1 gennaio 1993. In tal caso la detrazione del 19% sugli interessi passivi si deve calcolare su un importo massimo di 2.065,83. A partire dal 1998 si possono inoltre portare in detrazione anche gli interessi passivi e gli oneri accessori relativi ai mutui stipulati per la costruzione e la ristrutturazione dell’abitazione principale e il relativo bonus è pari al 19% su un importo massimo di 2.582,28.

Per accedere alle detrazioni è necessario presentare in sede di dichiarazione Irpef la relativa documentazione. Cioè: le ricevute dei pagamenti delle rate del mutuo rilasciate dalla banca, il contratto di mutuo, l’atto di acquisto dell’immobile, i documenti che attestano l’entità delle spese sostenute per gli oneri accessori e un’autocertificazione che dimostri che l’immobile acquistato è stato adibito ad abitazione principale.

Offerte Mutuo a Tasso Variabile

Prodotto: Mutuo A Tasso Variabile
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,35% (Euribor 3M + 0,75%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 1,03%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 51.793,12
Rata mensile € 215,81
Prodotto: MutuoUp Variabile Euribor - Piano Base
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,42% (Euribor 1M + 0,90%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 0,78%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 52.153,62
Rata mensile € 217,31
Prodotto: Mutuo Domus Offerta Giovani Euribor
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,42% (Euribor 1M + 0,90%)
Tipo Tasso: Variabile
TAEG: 0,80%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 52.153,62
Rata mensile € 217,31

Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Foglio Informativo e Guida ai Tassi. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità.

 

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la news:
Valutazione media: 3,4 su 5 (basata su 6 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 25/01/2020 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

pubblicato da il 12 aprile 2019

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Guide ai mutui

Guide Mutui