02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Valvole termostatiche obbligatorie entro il 2016: quello che c'è da sapere

pubblicato da il 6 dicembre 2015
Valvole termostatiche obbligatorie entro il 2016: quello che c'è da sapere

Entro il 2016, dopo numerose proroghe, le valvole termostatiche e i contabilizzatori di calore diventeranno obbligatori in tutti gli appartamenti con impianto di riscaldamento centralizzato. Per il nostro Paese si tratta di una novità importante, voluta dall’Unione Europea nella roadmap che porta a una sempre maggiore efficienza energetica degli edifici, in quanto opera contemporaneamente su due fronti: la riduzione dell’inquinamento e una più equa ripartizione delle spese sostenute dai condomini per il riscaldamento.

Se le stime parlano di un costo medio di circa 1.000 euro a famiglia per l’adeguamento degli impianti con le valvole termostatiche e i contabilizzatori di calore, una spesa che può incidere sul bilancio familiare, va detto che i vantaggi introdotti da questi apparecchi possono rivelarsi notevoli, sia dal punto di vita del comfort sia per il risparmio sul lungo periodo. A patto, però, di utilizzarli in modo corretto.

Come si usano le valvole termostatiche con contabilizzatoti di calore?

  • Le valvole termostatiche obbligatorie vanno installate da professionisti in tutti i termosifoni (o caloriferi, se preferite) presenti nell’appartamento e nel condominio, per evitare una disomogenea diffusione del calore e un’errata ripartizione dei consumi. Inoltre, a partire dal 2017 non ci saranno più scuse: l’obbligo di legge per l’installazione arriva insieme alle multe, con sanzioni per i “furbetti” che vanno dai 500 ai 2.500 euro.
  • Le valvole termostatiche funzionano automaticamente e senza la necessità dell’alimentazione elettrica, quindi l’inquilino si deve limitare a scegliere la temperatura ideale per ogni stanza: sulla testa della valvola sono presenti una serie di valori corrispondenti a diverse temperature pre-impostate. Il consiglio è di partire da valori bassi e, dopo i primi giorni di utilizzo, adeguarli alle proprie esigenze, intervenendo stanza per stanza.
  • Ogni ambiente ha diverse esigenze di riscaldamento, per cui è necessario tenere in considerazione la grandezza delle stanze, quanto tempo ci si trascorre e quali momenti della giornata, se sono presenti altre fonti di calore (forno o apparecchi elettronici). Gli esperti, a tal proposito, consigliano temperature più gradevoli in bagno e nella stanza da letto, mentre in cucina e soggiorno bastano al massimo 20 gradi e nei locali di passaggio al massimo 18 gradi.
  • Non impressionatevi se, una volta montate le valvole termostatiche, il termosifone scalda poco o solo sulla parte superiore, in quanto ciò è dovuto proprio al corretto funzionamento dell’apparecchio che decide quanto calore rilasciare nell’ambiente. Piuttosto, se l’installazione viene fatta da professionisti, questi installeranno valvole capaci di leggere la temperatura corretta dell’ambiente a distanza quando il termosifone si trova in luoghi chiusi o sono presenti tende o copriradiatori.
  • Una buona manutenzione dell’impianto, l’apertura completa delle valvole alla fine della stagione fredda e l’utilizzo di cronotermostati, ideali per chi trascorre molte ore fuori casa, consentiranno di ottenere il massimo dell’efficienza e del risparmio dalle valvole termostatiche.

Vota la news:

Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 26 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy