02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Manutenzione della caldaia, da ottobre obbligatorio il nuovo libretto

pubblicato da il 28 ottobre 2014
Manutenzione della caldaia, da ottobre obbligatorio il nuovo libretto

Con l’entrata in vigore del D.M. del 10 febbraio 2014 prende ufficialmente il via una piccola rivoluzione in tema di manutenzione e certificazione degli impianti. Il tradizionale libretto, fino a oggi riservato essenzialmente alla caldaia, verrà sostituito da un formato ampliato al fine di contenere i dati relativi a tutti i sistemi di climatizzazione dell’abitazione, compresi impianti solari, pompe di calore e teleriscaldamento. Novità importante, accanto ai dati sull’efficienza del sistema sarà obbligatoriamente riportata una diagnosi completa in tema di salubrità, igiene e sicurezza, che spingerà a focalizzare maggiormente l’attenzione dei manutentori su temi importanti per il consumatore e per l’ambiente.

Le nuove disposizioni sono entrate in vigore lo scorso 15 ottobre, ma l’obbligo per gli utenti di provvedere ad aggiornare le proprie certificazioni scatterà in occasione del primo controllo periodico, da effettuarsi secondo le scadenze già previste. I controlli relativi all’efficienza degli impianti di riscaldamento seguiranno le periodicità attualmente stabilite dalle diverse normative regionali, mentre quelli relativi alla sicurezza e alla salubrità dell’impianto saranno fissati dal tecnico manutentore (di norma annualmente).

Per essere in regola sarà dunque sufficiente attendere la prossima visita di manutenzione della caldaia e richiedere in quell’occasione la compilazione del nuovo libretto, da affiancare a quello vecchio, che andrà comunque conservato. Nel caso di condomini a impianto centralizzato l’obbligo di richiedere il nuovo libretto spetta all’amministratore, negli altri casi al proprietario o all’inquilino dell’abitazione. È possibile anche scaricare il nuovo libretto direttamente dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Attenzione a non sottovalutare l’importanza dell’aggiornamento, le sanzioni per chi non provvederà a regolarizzare la documentazione nei termini stabiliti varieranno dai 500 ai 3.000 euro.
 

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy