02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Energia elettrica e gas: scende il costo delle bollette

pubblicato da il 14 aprile 2016
Energia elettrica e gas: scende il costo delle bollette

Prosegue il trend al ribasso per il costo dell’elettricità in Italia. Archiviati primi tre mesi dell’anno con prezzi più contenuti per l’energia elettrica, per il secondo trimestre si prevede un’ulteriore discesa dei prezzi, dovuta all’andamento del mercato all’ingrosso. Le buone notizie per il portafogli degli italiani arrivano dall’Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, secondo la quale la riduzione della bolletta elettrica, stimata nella quota del -5% per una famiglia tipo, sarà accompagnata da un ribasso ancora più forte per il gas, il cui calo dovrebbe arrivare al -9,8%.

Dati che, come detto, riflettono l’andamento del mercato delle materie prime e, in parte, alla stagionalità e alle offerte sempre più vantaggiose dei gestori già proiettati alla transizione definitiva verso il mercato libero dell’energia. Sta di fatto che le bollette di luce e gas degli italiani si fanno sempre più piccole: nell'anno scorrevole, che va dal 1 luglio 2015 al 30 giugno 2016, la famiglia tipo spenderà circa 502 euro per l’elettricità (-11,6 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e circa 1.076 euro per il gas (- 5,2%).

Insieme alla riduzione dei prezzi di gas e luce, in Italia si assiste anche a una riduzione dei consumi. Merito delle fonti rinnovabili per l’autoconsumo e di sistemi più efficienti, che spaziano dalle lampadine a LED per l’illuminazione alle caldaie a condensazione al riscaldamento a pavimento per  il comfort domestico. Complice questo svecchiamento degli impianti del bel Paese, oltre alla stagionalità, nello scorso mese di marzo i consumi di elettricità sono calati di ben il 2,2%. A dirlo è Terna, società che gestisce la rete elettrica in Italia, la riduzione è stata così distribuita: -2,1% al Nord, -3,2% al Centro e -4,3% al Sud.

Alla vigilia del referendum sulle trivelle, un dato importante è quello riferito all’origine dell’energia impiegata per soddisfare la richiesta interna: 83,2% è arrivata dalla produzione nazionale e 16,8% dagli scambi con l’estero. In tal senso, la produzione nazionale risulta in calo del 3,6% rispetto al mese di marzo dello scorso anno: geotermico in crescita del +3,1%), mentre idroelettrico, termoelettrico e fotovoltaico perdono rispettivamente il 2,1%, il 2,4% e addirittura il 12,4%.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 19 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy