02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Riforma della bolletta elettrica: nuova proposta dell'AEEGSI

pubblicato da il 28 giugno 2015
Riforma della bolletta elettrica: nuova proposta dell'AEEGSI

È stato pubblicato in questi giorni il secondo documento di consultazione dell’AEEGSI, l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, relativo alla riforma delle tariffe di rete. A febbraio era stato pubblicato un primo documento di consultazione che prevedeva uno schema di tariffe non più progressive, con lo spostamento del 100% degli oneri di distribuzione, insieme a un 50% degli oneri di sistema, sulla quota fissa della bolletta elettrica, differenziando però residenti e non residenti nel corrispettivo per potenza impegnata. Questa prima versione delineava tariffe uniformi per tutti con un leggero vantaggio per i residenti con consumi maggiori come le famiglie numerose.

Rispetto alla prima consultazione il secondo documento contiene una diversa redistribuzione degli oneri. Gli oneri di rete sono spostati sulle componenti fisse solo in parte, mentre gli oneri di sistema sono pagati dagli utenti residenti solo sull’energia prelevata, e per i non residenti sono in parte spostati sulle componenti fisse. In particolare il 75% del gettito viene raccolto in relazione all’energia prelevata (c€/kWh) e il restante 25% è raccolto in relazione al numero dei punti di prelievo (c€/punto), sulla base di un corrispettivo di circa 150 €/anno applicato esclusivamente ai clienti non residenti. Questa modifica è stata effettuata per accogliere le notazioni di coloro che temevano che le misure proposte nel primo documento di consultazione avrebbero scoraggiato, rendendoli meno convenienti, i comportamenti volti al risparmio energetico e all’autoproduzione svalutando di fatto gli investimenti in soluzioni come il fotovoltaico. Con il trasferimento del 25% del gettito dalle quote fisse alle quote variabili, invece, la nuova struttura degli oneri consente una leggera riduzione degli impatti di spesa sui clienti con bassi consumi.

L’AEEGSI individua due opzioni di tempistiche per l’applicazione della riforma. In un caso si dovrebbe partire con il 1° gennaio 2016 per la struttura non progressiva solo per i servizi di rete e per le modifiche sugli impegni di potenza, per passare ai servizi di vendita nel 2017 e agli oneri generali nel 2018. Nell’altro caso si inizierebbe nel 2017, rinviando solo gli oneri al 2018. La versione definitiva della riforma dovrebbe essere pronta per il mese di novembre.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy