02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Efficienza energetica: il piano d’azione del Governo

pubblicato da il 31 agosto 2014
Efficienza energetica: il piano d’azione del Governo

La riduzione delle emissioni e il miglioramento della bilancia commerciale non passano solo dalle promozione delle rinnovabili. Anche l’efficienza è chiamata infatti a contribuire al raggiungimento degli obiettivi italiani ed europei in materia di energia. Per questo il Ministero dello sviluppo economico ha appena pubblicato il Piano d’Azione per l’Efficienza Energetica 2014 , realizzato in collaborazione con l’ENEA. Il piano traccia un quadro della situazione energetica italiana, dal costo dell’energia alla dipendenza dalle importazioni, e poi passa a valutare l’impatto delle misure previste nella Strategia Energetica Nazionale.

Le misure previste tra il 2011 e il 2020 dovrebbero portare a un risparmio nei consumi finali pari a 15,5 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep), 11% in meno di quanto consumeremmo senza adottare le misure. Il settore destinato a dare il contributo più significativo è quello dei trasporti, nel quale si dovrebbero risparmiare 5,5 Mtep all’anno, grazie soprattutto al miglioramento degli standard tecnici relativi i consumi dei motori a benzina e diesel, imposti per legge.

Al secondo posto nel risparmio si trova l’industria, dove i risparmi saranno pari a 5,1 Mtep all’anno, grazie al meccanismo dei certificati bianchi. I certificati bianchi sono titoli che attestano una riduzione di consumo energetico a parità di produzione e possono essere comprati e venduti dalle aziende che più emettono, per rispettare i vincoli di legge. In pratica, un’industria ad alte emissioni può scegliere se ridurle migliorando i propri processi produttivi oppure comprando certificati bianchi da altre aziende che hanno aumentato l’efficienza più del minimo imposto dalla legge.

Inferiore ma comunque significato anche il contribuito del settore residenziale, dove i risparmi saranno di 3,67 Mtep all’anno, grazie a un insieme di misure che includono standard normativi più elevati, conto termico, certificati bianchi e, soprattutto, detrazioni fiscali per gli interventi come le ristrutturazioni.

Infine, un contributo più ridotto ma comunque significativo arriverà dal settore terziario, che ridurrà la domanda di 1,28 Mtep, divisi all’incirca a metà tra immobili pubblici e privati. In questo caso, le misure sono le stesse degli immobili residenziali, a eccezione dei bonus ristrutturazione.

Nel complesso, secondo le aspettative del governo, le misure di efficienza energetica dovrebbero portare, oltre a una riduzione dei consumi di energia primaria di 20 Mtep all’anno, anche a una riduzione delle emissioni pari a 55 milioni di tonnellate di anidride carbonica all’anno e, soprattutto, a un risparmio di circa 8 miliardi di euro all’anno nelle importazioni di combustibili fossili.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy