02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Per Greenpeace la crisi economica si supera con le energie rinnovabili

pubblicato da il 12 novembre 2015
Per Greenpeace la crisi economica si supera con le energie rinnovabili

Il futuro dell’economia italiana e dei paesi del mediterraneo dipende dagli investimenti in energie rinnovabili. A sostenerlo è Greenpeace, nota associazione ambientalista, in base ai dati emersi dallo studio  “100% rinnovabili: un nuovo futuro per le piccole isole”, sul possibile impatto economico di investimenti mirati sulle fonti alternative in Italia, Croazia, Grecia e Spagna.

Fotovoltaico, solare termico, eolico e, più in generale le fonti rinnovabili abbinate all’efficienza energetica, potrebbero infatti garantire una decisa accelerazione delle economie mediterranee sul piano della creazione dei posti di lavoro e dello sviluppo del turismo sostenibile. Lo studio di Greenpeace, infatti, ha evidenziato che gli scarsi investimenti dei governi in energie alternative non hanno saputo fin qui consentito di sfruttare appieno l’abbondanza di sole e vento.

Italia, Croazia, Grecia e Spagna, si legge nella nota diffusa dall’associazione ambientalista, dovrebbero attuare seguire un piano ben chiaro: “Ampliare la potenza installata rinnovabile ed espandere le tecnologie per un uso intelligente dell’energia sarebbe di beneficio all’economia, all’occupazione, garantirebbe la qualità degli ecosistemi e darebbe un contributo prezioso alla salvaguardia del clima”.

Un impegno che, spiega sempre Greenpeace, andrebbe ad innescare un modello virtuoso in cui gli stessi cittadini potrebbero poi investire nel sistema energetico, diventando produttori e proprietari. Schierata contro il recente impegno dei governi del mediterraneo nella ricerca di giacimenti di gas e petroli, l’associazione invita i politici a cambiare rotta, citando il paradossale esempio delle isole: luoghi dall’elevato potenziale energetico in fatto di sole e vento, ma ancora ancorate all’energia prodotta da vecchie centrali a petrolio e carbone.

“Possiamo partire da queste perle dei nostri mari per garantirne la bellezza, il richiamo turistico, per sperimentare e innovare – ha commentato Andrea Boraschi, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia -. E altrettanto possono fare, come dimostrano i nostri rapporti, gli altri Paesi mediterranei europei per uscire dalla crisi proteggendo il clima”.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 19 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy