02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Caldaia a condensazione: come funziona e quanto si risparmia

pubblicato da il 16 novembre 2016
Caldaia a condensazione: come funziona e quanto si risparmia

Il 2016 passerà agli archivi come un anno di grandi novità per il riscaldamento domestico e ciò sarà solo in parte dovuto all’introduzione, che tanto ha fatto discutere, delle valvole termostatiche e dei contabilizzatori di calore obbligatori nei condomini con impianto di riscaldamento centralizzato. Grazie anche alle detrazioni fiscali, infatti, l’anno che si sta per concludere ha segnato il definitivo passaggio dalla collaudata caldaia con tecnologia tradizionale alla più moderna ed efficiente caldaia a condensazione.

Come funziona una caldaia a condensazione? Le differenze rispetto alla caldaia di tipo tradizionale, anche detta a camera stagna, risiedono tutte nella capacità di ottenere un maggiore rendimento dal combustibile impiegato. Rispetto alle caldaie delle precedenti generazioni, infatti, quelle a condensazione recuperano parte del calore latente del vapore sprigionato con la combustione, condensandolo e riutilizzandolo per il preriscaldamento del’acqua di ritorno dell’impianto. Il tutto, anche grazie ad appositi sistemi anticalcare, senza incorrere in fenomeni corrosivi dovuti alla stagnazione del liquido.

Quanto si risparmia? Grazie a un rendimento termodinamico superiore al 90%, migliore anche rispetto alle caldaie ad alto rendimento con tecnologia tradizionale, le moderne caldaie a condensazione consentono un risparmio in bolletta del gas che può arrivare fino al 30%, soprattutto in caso di installazione di impianti a bassa temperatura, come i sempre più diffusi pannelli radianti a pavimento. In un impianto di tipo tradizionale, con i normali termosifoni per intenderci, il risparmio può attestarsi intorno al 15%. A fronte di un costo superiore al momento dell’installazione, calcolando un ciclo di vita di circa 15 anni della caldaia, è possibile stimare un risparmio sul lungo periodo che, per una famiglia tipo, può variare dai 2000 ai 4000 euro. Al vantaggio economico, che può rivelarsi poco evidente in caso di adeguamento di un impianto esistente, si aggiunge però una riduzione delle emissioni di NOx e CO2 dannosi per l’ambiente.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy