02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Token conto corrente: dal 14 settembre 2019 non si userà più

pubblicato il 27 giugno 2019
Token conto corrente: dal 14 settembre 2019 non si userà più

Dobbiamo dire addio alla nostra chiavetta, che utilizzavamo per accedere al nostro conto corrente online. Dal 14 settembre del 2018, difatti, il token non si userà più; il suo funzionamento sarà nullo e possederlo non ti aiuterà a consultare il saldo sul tuo conto corrente oppure effettuare dei bonifici. La svolta è arrivata per mezzo della direttiva Psd2 e fa parte del pacchetto delle nuove normative europee relativi ai pagamenti digitali.

Saranno le banche stesse a doversi adattare alle nuove norme di sicurezza. In effetto, l'uscita di scena di ciò che ormai veniva considerato come il solito token rappresenta un po' una questione spinosa e cambia sicuramente il lavoro tra la banca e il cliente. Al posto della chiavetta token arriva lo smartphone. E c'era da aspettarselo, considerando che e tecnologie digitali stanno prendendo sopravvento praticamente ovunque e al giorno d'oggi rappresenta una certezza ancor prima che un'incognita.

Quindi, al settembre del 2019 per entrare nella propria pagina e utilizzare una qualsiasi funzione del conto, bisognerà utilizzare lo smartphone. Le modalità di utilizzo possono cambiare di banca in banca: le norme di sicurezza spaziano dall'autenticazione per mezzo del doppio codice via SMS, passando per le impronte digitali per finire con la tecnologia di riconoscimento facciale Face ID.

La percezione è che sarà il cliente stesso a dover scegliere che tipo di sicurezza dover adattare, mentre le banche potranno proporre differenti norme a seconda delle proprie necessità relative alla sicurezza digitale. Archiviare il token è stata una scelta necessaria proprio per garantire la massima sicurezza possibile delle operazioni. Questo perché il token è sì in grado di generare un password dinamica il cui valore cambia ogni 20 secondi, ma non può associare il codice a una sola operazione. Questo, quindi, resta disponibile anche per le altre operazioni, il che diminuisce sensibilmente il fattore della sicurezza di accesso.

L'esclusività di associazione era comunque un fattore richiesto dalla nuovissima direttiva europea in merito alla sicurezza bancaria, conosciuta anche come PSD2. Proprio per via di questa scelta il token diventa un rifiuto elettronico speciale: tutti i possessori della famosa chiavetta dovranno smaltirla utilizzando i servizi offerti. Grazie alle nuove norme, insomma, si cerca di prevenire tutto ciò che riguarda una pratica di hackeraggio conosciuta come phishing.

Quest'ultima, in effetti, può essere applicata per i codici che, come quelli generali dal Token, restano validi per 20 secondi per una vasta gamma di tipologie operative. I nuovi sistemi, chiamati a sostituire il token, saranno responsabili della generazione di una sola password che sarà associata a una sola operazione. Per giunta, anche in questo caso la password sarà disponibile solo per un periodo abbastanza limitato di tempo: tutto questo crea i presupposti per un considerevole aumenta dello sicurezza.

In passato, inoltre, lo smarrimento del token poteva comportare dei seri problemi relativi alla sicurezza dell'account, in quanto la tradizionale chiavetta poteva essere facilmente utilizzata da degli eventuali malfattori: la frode, dunque, era sempre possibile. D'altro canto, non vi è alcun rischio qualora venisse smarrito il telefono. Questo perché, oltre al PIN del conto corrente, i malfattori dovranno conoscere anche il codice di sblocco del smartphone stesso. A questo si aggiunge la barriera del riconoscimento biometrico, che rappresenta un altro fattore estremamente importante da considerare. Qualora non si riuscisse a superare la fase di riconoscimento biometrico, difatti, l'intero tentativo d'intrufolarsi nel conto corrente altrui diventerà nullo. I vantaggi di sicurezza dello smartphone, insomma, sono tanti.

Migliori Conti Correnti del mese

Banca:illimity bank
Prodotto:Conto Corrente
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Carta Prepagata
Costo annuo Zero spese
Banca:Widiba
Prodotto:Conto Widiba
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
Costo annuo Zero spese
Banca:Webank
Prodotto:Conto Webank
  • Carta Prepagata
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Richiesta fido
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
Costo annuo Zero spese
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto corrente

Conti Correnti: trova il più vantaggioso Confronto CONTI »

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Guide ai conti

Guide Conti