02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Costi conto deposito: le principali voci di spesa

pubblicato da il 27 marzo 2019
Costi conto deposito: le principali voci di spesa

Chi sceglie di aprire un conto deposito deve valutare l’opportunità di mettere a confronto le offerte delle banche per risparmiare sui costi principali. Ecco quali sono e come tagliare le spese tradizionalmente legate ai conti deposito.

Sulla scelta inerente quale conto deposito aprire e presso quale banca, incidono diversi fattori.

Il primo fattore da considerare è la remunerazione garantita sulle somme vicolate (o non vincolate) presso l’istituto di credito.

Il secondo fattore da valutare, non meno importante del primo, riguarda i costi legati all’apertura, alla gestione del conto e all’eventuale chiusura anticipata del conto. Quali sono le principali voci di spesa legate ai conti deposito?

Ad incidere sulla convenienza o meno dei depositi remunerativi è innanzitutto l’imposta di bollo e il suo ammontare. A differenza dei conti correnti, l’aliquota d’imposta gravante sui depositi non è fissa, ma varia in base alla giacenza e ammonta comunque al 20 per cento delle somme depositate.

Per fortuna diverse banche online prendono in carico l’imposta di bollo offrendo al cliente un’imperdibile occasione di risparmio. Al momento, fra i conti deposito la cui voce di spesa relativa al bollo risulta azzerata figurano Conto Deposito BIT di Igea Banca, Conto Deposito di Guber Banca e Conto Widiba di Banca Widiba.

Si tratta di conti molto convenienti, che sulle somme depositate consentono di maturare interessi rispettivamente fino al 2,00 per cento, all’1,25 per cento e all’1, 20 per cento. Fra le altre voci di spesa gravanti sui conti deposito rientrano i costi di apertura. Questi ultimi tuttavia, nelle offerte conto deposito citate, sono completamente azzerati a tutto vantaggio del cliente.

Da valutare infine, per ponderare al meglio la convenienza di un conto deposito, vi sono i costi di chiusura anticipata che riguardano i prodotti vincolati. Le spese di chiusura anticipata vengono spesso applicate tramite un abbassamento del tasso di interesse remunerativo iniziale. L’abbassamento avviene in modo proporzionale a quanto prima si verifica l’estinzione anticipata rispetto alla scadenza del contratto. In alcuni casi la possibilità di estinguere anticipatamente il conto non è prevista e la banca applica penali di estinzione.

Alcune banche infine, quelle che praticano condizioni più vantaggiose, non prevedono malus di estinzione anticipata.

Migliori Conti Deposito del mese

Banca:Igea Banca
Prodotto:Conto Deposito BIT
  • Tasso lordo1,30 %
  • Spese chiusura€ 0,00
  • Spese apertura€ 0,00
  • Imposta bollo0,00 % annuo sul totale
  • AperturaOnline
  • Vincolato
Guadagno netto € 192,93
Banca:Banca Valsabbina
Prodotto:Conto Twist
  • Tasso lordo1,05 %
  • Spese chiusura€ 0,00
  • Spese apertura€ 0,00
  • Imposta bollo0,20 % annuo sul totale
  • AperturaOnline
  • Vincolato
Guadagno netto € 115,72
Banca:Widiba
Prodotto:Conto Widiba
  • Tasso lordo0,80 %
  • Spese chiusura€ 0,00
  • Spese apertura€ 0,00
  • Imposta bollo0,20 % annuo sul totale
  • AperturaOnline
  • Vincolato
Guadagno netto € 78,61
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto deposito

Conti Deposito: trova il più vantaggioso Confronto CONTI »

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Guide ai conti

Guide Conti