02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Conti dormienti: a novembre la scadenza per sbloccarli

Conti dormienti: a novembre la scadenza per sbloccarli

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze attraverso il comunicato stampa n°127 del 7 agosto 2018 ha ricordato i termini per l’inizio della prescrizione relativa ai conti dormienti, prevista per novembre 2018.

Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta e come procedere per verificare se si ha diritto a somme da riscuotere tassativamente entro pochi mesi.

Per conti dormienti si intendono tutti i depositi di denaro, in varie forme che includono anche libretti di risparmio, investimenti in azioni, obbligazioni, depositi, fondi di investimento, che non vengono riscossi dal titolare né da suoi delegati, per un periodo di tempo tale da ritenere che non esista più qualcuno che ha diritti su quelle somme, che confluiscono quindi in un apposito fondo. Per la precisione gli importi entrano a far parte del Fondo Rapporti Dormienti dopo 10 anni di immobilità, in assenza di qualsiasi movimentazione. Passati altri 10 anni all’interno del fondo, quindi a distanza di 20 anni dall’ultimo movimento, scatta la prescrizione e le somme in giacenza entrano nelle casse statali. Sono soggette a questo iter tutti i depositi dormienti superiori a 100 euro.

Poiché esiste la possibilità che i conti risultino dormienti ma che esistano invece dei beneficiari che ne ignorano l’esistenza, come avviene più spesso di quanto si immagina, il MEF ricorda la possibilità per tutti di accedere alla banca dati della Consap e verificare l’eventuale presenza di un rapporto bancario dormiente, e poter così riscuotere di diritto le somme in giacenza. Per inoltrare la richiesta di rimborso si può procedere per via telematica attraverso il Portale Unico della Consap oppure inviare raccomandata a/r.

Questa operazione va effettuata entro novembre 2018 per ottenere il rimborso delle somme arrivate sul Fondo Rapporti Dormienti nel 2008, ossia per somme non movimentate dal 1998, e per le quali stanno quindi per scadere i termini della prescrizione. Inviata la richiesta di rimborso alla Consap, operazione che può essere effettuata senza alcun intermediario, la società provvederà all’esame della documentazione inviata e all’eventuale rimborso che si attiverà una volta ricevuto l’importo dal Ministero delle Finanze, gestore del fondo.

Migliori Conti Correnti del mese

Banca:Widiba
Prodotto:Conto Widiba
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
Costo annuo Zero spese
Banca:UniCredit
Prodotto:Conto My Genius
  • Bancomat
  • Carta Prepagata
  • Apertura on line
  • Internet banking
  • Zero spese
Costo annuo Zero spese
Banca:Webank
Prodotto:Conto Webank
  • Trading
  • Zero spese
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Carta Prepagata
  • Apertura on line
  • Bancomat
Costo annuo Zero spese
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto corrente

Conti Correnti: trova il più vantaggioso Confronto CONTI »
pubblicato da il 17 settembre 2018

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Guide ai conti

Guide Conti