02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Come funziona il conto corrente gratuito di base

pubblicato da il 30 novembre 2018
Come funziona il conto corrente gratuito di base

Recenti studi del settore bancario e finanziario hanno rilevato nuovi aumenti nei costi dei conti correnti tradizionali e online.

Da alcuni mesi però, esiste un conto corrente gratuito dedicato a chi si trova in condizioni economiche svantaggiate.

Ecco come aprirlo e quanto fa risparmiare.

Buone notizie per chi si trova in condizioni finanziarie difficili e non può sostenere i costi di un conto corrente. Da oggi non si dovrà più rinunciare a gestire il proprio denaro ma semplicemente scegliere lo strumento adeguato.

Dal 20 giugno 2018 è entrato in vigore un nuovo conto corrente gratuito e agevolato, istituito tramite decreto ministeriale e ideato per venire incontro alle esigenze di chi si trova in difficoltà economica. I soggetti cui si rivolge sono principalmente i giovani, i pensionati e le persone che hanno un reddito annuale complessivo molto basso.

Il conto base ministeriale gratuito prevede l’azzeramento del canone per i meno abbienti o il pagamento del solo canone annuale oltre una determinata soglia di reddito. In entrambi i casi solleva il titolare dal sostenere ogni spesa ulteriore legata all’utilizzo e alla tenuta del conto corrente (applicazione di commissioni su prelievi e bonifici; costi di estratto conto e altri oneri).

Cosa include il nuovo conto base? Nel canone -eventualmente azzerato- sono comprese 6 operazioni di prelievo di contante l’anno agli ATM; prelievi senza limiti presso gli ATM dell’istituto di credito in cui è stato aperto il conto; 12 versamenti l’anno di contanti o assegni; 36 accrediti l’anno (bonifici generici oppure accredito della pensione o dello stipendio); 12 bonifici per pagamenti ricorrenti e 6 bonifici effettuati con addebito in conto. I titolari del conto base gratuito potranno inoltre addebitare illimitatamente le utenze di casa senza ulteriori costi. Stanti i limiti indicati, è essenziale che il titolare, in sede di apertura del conto, legga attentamente le condizioni generali di contratto per conoscere quali sono i costi applicati superate le operazioni comprese nel canone. Tali costi in ogni caso, dovranno essere specificati chiaramente nel contratto di conto corrente.

Per aprire il conto base previsto dalla direttiva ministeriale di giugno è necessario presentare una specifica richiesta alla banca facendo riferimento al normativa che lo istituisce. Può fare richiesta solo chi percepisce una pensione fino a 18.000 euro l’anno e i soggetti il cui ISEE dell’anno corrente non superi 11.600 euro. L’eventuale cointestazione del conto corrente può avvenire solo fra i componenti del nucleo famigliare su cui è stato calcolato l’ISEE.

Migliori Conti Correnti del mese

Banca:CheBanca!
Prodotto:Conto Corrente Digital
  • Apertura on line
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Apertura in filiale
  • Bancomat
Costo annuo Zero spese
Banca:Webank
Prodotto:Conto WeBank
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Richiesta fido
Costo annuo Zero spese
Banca:ING
Prodotto:Conto Corrente Arancio
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
  • Apertura in filiale
  • Internet banking
  • Carta Prepagata
Costo annuo Zero spese
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Scegli il miglior conto corrente

Conti Correnti: trova il più vantaggioso Confronto CONTI »

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Banche

Scopri i dettagli, i prodotti e la storia delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai conti

Guide Conti