Serve assistenza?
02 55 55 5

Cos'è un sistema operativo digitale e perché serve all'Italia

conti news all italia serve un sistema operativo digitale efficiente forse ci siamo vicini

Siamo vicini alla creazione di un sistema operativo digitale per il nostro Paese e soprattutto per la Pubblica amministrazione (PA)? Forse sì. Su questo fronte, l'emergenza sanitaria ha incentivato gli interventi necessari per recuperare il tempo perduto in questo campo dall'Italia rispetto alla maggioranza dei paesi dell'Unione europea.

Conti Deposito: trova il più vantaggioso
Conti Deposito: trova il più vantaggioso

Il piano per la ripresa

Occorre sfruttare l’occasione offerta dal piano per la ripresa europea NextGenEU (che destina 209 miliardi all'Italia) per affrontare molti degli annosi nodi del sistema produttivo e amministrativo.

Però per attuare tutto ciò che serve a livello di infrastrutture e piattaforme bisogna concentrarsi sull'insieme dei principi, delle regole e delle procedure che riguardano l'intero processo (la cosiddetta governance). Lo sostengono su AgendaDigitale.eu Michele Benedetti e Luca Gastaldi, dell'Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano.

I fattori positivi

Nel loro articolo, i due esperti segnalano una serie di fattori positivi per il futuro. I dati della ricerca del Politecnico (aggiornati a novembre 2020) fanno capire l'evoluzione in atto.

Già circa 50 milioni di italiani sono presenti nell'ANPR (Anagrafe nazionale della popolazione residente, in formato digitale); 150 milioni di pagamenti vengono fatti tramite PagoPA (il sistema dei pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi), 170 milioni difatture elettroniche sono state pagate alla PA.

Serve un sistema operativo

Inoltre sono state creati quasi 13 milioni di credenziali SPID (Sistema pubblico di identità digitale, per l'accesso ai servizi online della Pubblica amministrazione e dei privati aderenti) e 18 milioni di CIE (carta di identità elettronica), ci sono stati 4 milioni di download dell’App IO (un unico punto di accesso per interagire in modo semplice e sicuro con i servizi pubblici locali e nazionali, direttamente dal tuo smartphone) e 10 milioni di quella Immuni (per il contenimento della pandemia).

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) è attivo dal 2019 nelle 20 regioni e due province autonome italiane, completamente operativo in 12. Quindi i ricercatori del Politecnico ritengono che siamo vicini alla creazione di un sistema operativo digitale” degno di questo nome.

Soluzioni innovative

Che cosa si intende per sistema operativo, cui stanno già lavorando il Dipartimento per la Trasformazione Digitale (DTD) e l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID)? Una serie di componenti fondamentali sui quali costruire servizi più semplici, accessibili ed efficaci per cittadini, PA e imprese, attraverso soluzioni digitali innovative e caratterizzate da architetture sicure, scalabili, altamente affidabili e basate su interfacce applicative chiaramente definite.

Al passo con i tempi

Per l'Osservatorio del Politecnico, il nostro Paese è relativamente maturo sul fronte degli open data (37.000) e della cybersecurity.

Però occorre accelerare sul cloud, razionalizzando gli oltre 11.000 data center della PA e rendendo i suoi sistemi interoperabili (grazie all'interoperabilità sistemi informativi eterogenei possono dialogare tra loro), incentivando la creazione di API (application programming interface, l'insieme di procedure informatiche adatte all'espletamento di un dato compito), per migliorare l’efficienza, semplificare il sistema e generare risparmi economici nel settore pubblico.

Proprio quest'ultimo importantissimo passo è quello che occorre fare per riportare l'Italia al passo con i tempi. Un compito che ora spetta al nuovo Governo Draghi.

Se stai cercando i migliori conti correnti sul mercato, prova gratuitamente il comparatore di Facile.it!

Pubblicato da Marco Brando il 17 febbraio 2021

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968