02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione online e tradizionale a confronto

pubblicato da il 13 dicembre 2018

Assicurazione auto on line o tradizionale? E’ la domanda che ci siamo posti un po' tutti prima di rinnovare la nostra assicurazione. Tra le numerose proposte delle compagnie assicurative spesso non è semplice scegliere la soluzione più conveniente o in linea con le nostre esigenze.

Una cosa è certa: le assicurazioni online sembrano piacere sempre di più. Secondo una ricerca Deloitte European Motor Insurance Study, dove sono stati intervistati circa 15mila clienti tra Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Polonia, Olanda, Spagna, Svizzera e Regno Unito, entro il 2020 la quota di assicurazioni auto digitali emesse negli 11 Paesi del panel potrebbe raggiungere il 17%, un mercato potenziale dal valore superiore ai 15 miliardi di euro. In Italia i numeri sarebbero, rispettivamente, del 27% e di 3,5 miliardi di euro di raccolta premi al 2020.

Vediamo, allora, quali sono le principali caratteristiche delle polizze auto tradizionali e delle assicurazioni online, quali i vantaggi e quali gli svantaggi.

La differenza sostanziale fra le compagnie assicurative tradizionali e quelle online è sicuramente la presenza sul territorio: le assicurazioni tradizionali, infatti, hanno una rete di agenzie e di intermediari che permettono loro un rapporto vis-à-vis con il cliente. Le compagnie online invece non hanno sedi aperte al pubblico e operano esclusivamente con i canali diretti, ovvero il proprio sito internet e il call center dedicato.

Le procedure per qualunque evenienza sono però le stesse: anche le compagnie dirette hanno i periti sul territorio in caso di sinistro, e una rete di carrozzerie o centri assistenza convenzionati. Le assicurazioni dirette, non avendo a libro paga intermediari e sedi fisiche, possono, però, applicare a parità di condizioni prezzi più competitivi che possono far risparmiare anche fino al 70%.

Ecco perché tra gli aspetti particolarmente apprezzati di una polizza rc auto stipulata via web rientra sicuramente il fattore della convenienza economica.

Oltre al vantaggio economico, le polizze online sono inoltre particolarmente comode da gestire e permettono di rendere più rapida la fase di attivazione.

Si tratta infatti di un'operazione che si può effettuare direttamente via web in poche e semplici mosse. Una volta attivata la polizza online, la compagnia assicurativa fornisce le credenziali di accesso all'area privata da cui sarà possibile gestire la polizza, usufruire di numerosi servizi accessori e procedere eventualmente all'annullamento o rinnovo della medesima.

Online è anche più semplice personalizzare la propria assicurazione, cosa che offline, purtroppo, non sempre è possibile: vengono spesso infatti presentate offerte standard e non è possibile scegliere quella più adatta alle proprie esigenze, a meno che non si sia disposti a sacrificare un mucchio di tempo per girare tra decine di compagnie assicurative e districarsi tra centinaia di offerte diverse.

Con le assicurazioni online, infatti, si ha il massimo controllo sul proprio preventivo, e si può scegliere comodamente quali opzioni includere e quali escludere, con pochi e semplici click e, soprattutto, in totale trasparenza.

Se c’è un vantaggio che non può che far propendere per un’assicurazione online, allora questo sta proprio nella possibilità di confrontare decine e decine di preventivi, direttamente da casa propria e in pochi minuti, e scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Se invece si preferisce sottoscrivere una polizza auto tradizionale ed avere un'agenzia fisica di riferimento con cui interfacciarsi, le procedure di sottoscrizione e gestione della pratica saranno invece mediate e gestite da un consulente.

A differenza delle assicurazioni virtuali, le classiche compagnie assicurative garantiscono infatti un'equipe di esperti per garantire supporto in caso di necessità, garantendo un dialogo diretto, e per alcuni più rassicurante rispetto allo scambio telefonico, via mail o chat, offerto invece dagli operatori virtuali.

Come evitare i rischi di frode

Uno dei rischi maggiormente temuti dagli automobilisti connessi alla sottoscrizione di polizze auto online riguarda il rischio di frode, ovvero la possibilità di affidarsi a "compagnie fantasma". Anche se ormai cercare su Internet una buona offerta per la propria assicurazione è una realtà sicura e collaudata, purtroppo c'è anche chi è riuscito a inventare una truffa su questa tendenza. Secondo l'Ivass infatti nel 2018 mediamente una volta ogni tre giorni viene scoperto e oscurato un sito di false assicurazioni.

Per tutelarsi è possibile verificare prima della sottoscrizione del contratto, la presenza di alcuni semplici requisiti:

  • La compagnia deve essere regolarmente iscritta all'ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) o all'IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni). Questo requisito è indispensabile, sul sito dell'IVASS è possibile consultare l'elenco completo delle compagnie abilitate.
  • Le polizze assicurative non possono essere vendute in abbinamento ad altri prodotti;
  • Il contratto deve riportare l'indicazione della data di decorrenza della polizza;
  • La presenza di una rete di assistenza fisica sul territorio potrebbe rappresentare un ulteriore vantaggio da non sottovalutare.

Il futuro delle assicurazioni

Negli ultimi anni si sta registrando in maniera evidente una tendenza da parte degli automobilisti italiani a rivolgersi ad internet per risparmiare sulla propria assicurazione RC auto. Il web, dunque, risulta di gran lunga il canale informativo privilegiato nella scelta della propria assicurazione, anche se quelle tradizionali continuano ad essere scelte dalla maggior parte degli automobilisti italiani che non sembrano tenere il passo con i loro colleghi del resto d’Europa.

Lo dice anche l’Ania che sottolinea come “le polizze on line ogni anno registrano una leggera crescita anche se siamo lontani dalle medie europee. Se in Gran Bretagna circa il 50% stipula l’Rc auto on line, in Italia la cifra scende all’8% sull’Rc auto (5% internet, 2,5% vendita telefonica)”. Una scelta condotta soprattutto attraverso i comparatori online considerati dagli italiani utili, attendibili e competitivi, e vengono preferiti perché permettono un confronto comodo e veloce tra polizze dirette e tradizionali nella scelta dell’assicurazione Rc auto. Solo una percentuale minoritaria non li considera altro che una forma di promozione pubblicitaria, non ancora adatta a offrire soluzioni complete e affidabili.

In particolare, nel solo mese di dicembre 2017 sono stati 2,1 milioni gli italiani che hanno richiesto almeno un preventivo online prima di sottoscrivere una polizza, il 23% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. È quanto emerge dall’ultimo report eFinance di Nielsen che, a cadenza trimestrale, monitora l’evoluzione del ruolo dei touchpoint digitali nella relazione tra consumatore e istituti finanziari. Benché il canale di sottoscrizione principale si confermi essere l’agenzia, dunque, nel corso di tutto il 2017 si è assistito a un più intenso utilizzo di internet per raccogliere informazioni su prodotti e servizi. Nel caso della Rc auto, il sito delle compagnie assicurative è stato consultato nel 75% dei casi in cui sono state avviate ricerche per confrontare più soluzioni (+5 p.p. rispetto al 2016). Contemporaneamente il numero di chi è entrato in contatto con la propria compagnia tramite app è passato da 0,2 a 0,4 milioni di individui nel mese di dicembre.

La rivoluzione in arrivo per le assicurazioni, a ben guardare, dunque, non riguarda solo i clienti, ma le stesse compagnie assicurative che saranno ora spinte ad effettuare nuovi sforzi per adeguarsi ad un inevitabile cambiamento del mercato. Una necessità messa in evidenza dalla stessa Ania secondo la quale sarà necessario sviluppare nuove competenze per poter sviluppare diverse strategie di distribuzione in grado di rispondere alle esigenze del consumatore, sempre più orientato al digitale, ma che possa comunque beneficiare del sussidio che può essere fornito da un intermediario con un’ottima conoscenza tecnica dei prodotti da distribuire e una pratica digitale in grado di consentire un dialogo con il cliente anche da remoto.

Autore

Foto AutoreGiornalista professionista, Giusy Iorlano è laureata in Scienze politiche presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma con una tesi in studi strategici.

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni