02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Un motociclista su tre in prima classe, ma i premi RC moto non calano

pubblicato da il 31 agosto 2019
Un motociclista su tre in prima classe, ma i premi RC moto non calano

Secondo recenti dati ANIA relativi all’assicurazione RC moto, circa un motociclista su tre è in prima classe universale (33% per i ciclomotori e 37% per i motocicli). Ma nonostante questo i premi annuali non calano, anzi aumentano di anno in anno. Non basta, quindi, essere dei conducenti virtuosi per pagare meno di assicurazione, visto che a determinare le tariffe intervengono tanti altri fattori.

Ma perché ci sono così tanti motociclisti in prima classe universale? I centauri italiani sono davvero così abili e coscienziosi alla guida? In realtà, come ricorda il portale dueruote.it, gran parte del merito è della cosiddetta Legge Bersani, in vigore dal 2007, che consente anche ai neopatentati (che per legge dovrebbero partire dalla 14^ C.U.) di assicurare una moto usufruendo della miglior classe di merito di un familiare convivente (per esempio il padre o la madre) o di un veicolo già di proprietà dell’assicurato. Approfittando di questa agevolazione molti motociclisti (circa un quarto del totale, secondo le stime) sono entrati direttamente in prima classe, evitando la lunga trafila dalla 14^. Ecco spiegato l’affollamento nella classe più bassa.

Affollamento che in realtà ha le sue belle controindicazioni. Se, sempre secondo i dati ANIA, ogni anno solo 5 assicurati su 100 vanno in malus (cioè salgono di classe peggiorando la loro situazione assicurativa) e 95 restano in bonus, si blocca il necessario effetto scivolamento da una classe all’altra, anche perché chi arriva in prima classe non può migliorare la propria posizione, avendo già raggiunto il miglior livello possibile. Con il risultato di penalizzare (leggasi: tariffe che non calano) gli stessi assicurati di prima classe, poiché la natura mutualistica del sistema assicurativo italiano prevede che i tanti assicurati delle classi più basse (cioè le migliori) bilancino in termini di premio le poche entrate che arrivano dagli altri. Non a caso dall’ANIA hanno già fatto sapere che occorrerebbe pensare un sistema più bilanciato di bonus-malus, perché oggi chi sta in prima classe non ha benefici al rinnovo del premio RC moto.

All’estero ovviamente ci hanno già pensato, adottando delle strategie molto punitive per chi va in malus. Per esempio chi provoca un sinistro nel Regno Unito retrocede di 7 classi e in Germania addirittura di 9, mentre in Italia soltanto di 2. Ciò significa che in quei paesi si crea un maggior bilanciamento tra classi migliori e classi peggiori, con la possibilità di adottare tariffe bassissime per i conducenti davvero meritevoli.

RC Moto: risparmia fino a 300€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la news:
Valutazione media: 4,2 su 5 (basata su 12 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 11/11/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni