02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Hoverboard, segway e monoheel: fissate le regole per la circolazione

pubblicato il 31 luglio 2019
Hoverboard, segway e monoheel: fissate le regole per la circolazione

La data del 4 giugno scorso è una di quelle fondamentali per quanto riguarda la circolazione su strada dei micromezzi elettrici. Con il Dm Infrastrutture sono state fissate le regole che si dovranno seguire per la circolazione dei vari mezzi, dai segway, ai monowheel, agli hoverboard. Il decreto è entrato in vigore lo scorso 27 luglio, e arriva dopo che da oltre un anno la discussione su questo argomento ha impegnato attivamente sia le varie forze politiche che i venditori.

Un decreto che arriva proprio in piena estate, quando le problematiche della circolazione di questi mezzi, normalmente limitate alle città, si sono trasferite anche nei luoghi di vacanza, con l’aumento dei rischi di sinistro. I micromezzi hanno fatto registrare un boom di vendite negli ultimi anni, nonostante la loro circolazione fosse vietata all’interno degli spazi pubblici, divieto che permane ancora oggi nonostante il nuovo Decreto.

Nella nuova norma si prevede che la circolazione possa avvenire soltanto su quei tratti di strada che saranno individuati da parte degli enti proprietari degli stessi e quindi nella stragrande maggioranza le Amministrazioni comunali, che dovranno anche provvedere all’installazione della apposita segnaletica per contraddistinguerli.

Da questo si desume che non ci sarà possibilità legale di circolazione per i micromezzi elettrici sin quando la segnaletica non sarà stata installata. I comuni potrebbero anche decidere di non installare la segnaletica in tutti i tratti idonei, in quanto con questa operazione si assumono anche le responsabilità nel caso in cui avvenissero degli incidenti.

Una eccezione è rappresentata dal Comune di Milano che all’interno della sua strategia di contrasto allo smog cittadino ha deciso di mettere a punto un noleggio in sharing di micromezzi elettrici mentre il Decreto non era ancora stato emesso.

Una volta effettuato il posizionamento della segnaletica, sarà anche chiaro che la libertà di circolazione sarà limitata, sia perché viene consentita solo in via sperimentale e solo all’interno delle aree urbane, ma anche perché l'utilizzo di questi mezzi sui marciapiedi rimane ancora vietato, salvo il caso che non si trovino all’interno di aree pedonali. Sulle carreggiate che prevedono il transito anche di veicoli a motore l’utilizzo dei micromezzi elettrici sarà possibile quando la velocità massima consentita e segnalata da appositi cartelli sia uguale od inferiore a 30 chilometri orari.

Nelle nuove norme rimane il divieto di circolazione per i bambini; per utilizzare i micromezzi elettrici sarà necessaria la maggiore età, mentre per i minorenni sarà necessario possedere almeno il patentino AM, per i motorini, che si può conseguire a 14 anni di età. La sperimentazione avrà la durata di 3 anni ed alla fine di questo periodo potrebbero esserci delle variazioni in senso meno restrittivo sulla base dei risultati come la diminuzione degli incidenti.

In un Paese confinante come la Svizzera la circolazione è invece consentita anche nelle strade dove circolano veicoli a motore. Questo potrebbe essere dovuto sia al fatto che le strade del nostro Paese sono più strette degli altri, che alla indisciplina cronica dei nostri connazionali. I tecnici del ministero hanno dunque deciso di scegliere una linea di prudenza.

Una prudenza che ha influito anche nella scelta relativa agli spazi al dì fuori della carreggiata nei quali è ammessa la circolazione di questi micromezzi. Tutte le quattro tipologie potranno circolare solo nelle aree pedonali, mentre negli spazi restanti, come ad esempio i percorsi ciclabili o misti, zone 30 orari, saranno ammessi alla circolazione solo i monopattini ed i segway.

Il decreto prevede anche dei limiti di velocità per questi mezzi, controllati grazie a dispositivi presenti a bordo del mezzo stesso, come regolatori di velocità che possono essere tarati sui 6 chilometri orari nelle aree pedonali e sui 20 chilometri orari negli altri spazi.

RC Moto: risparmia fino a 300€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 5 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 18/08/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni