02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Gli effetti sull'ambiente del Coronavirus: inquinamento ai minimi

Gli effetti sull'ambiente del Coronavirus: inquinamento ai minimi

L'epidemia che sta imperversando in Italia è drammatica. Però può essere anche vista da altri punti di vista. Per esempio, ci sono vite protette dal virus? Sì.

Un paradosso? Non tanto. Da quando sono in vigore le misure per contrastare il Covid-19, che includono il blocco degli spostamenti non indispensabili, il traffico su strade e autostrade italiane è più che dimezzato.

Solo nella settimana tra il 9 e il 15 marzo sulla rete di Autostrade per l'Italia si è ridotto del 56,3% rispetto allo stesso periodo del 2019. Sull'autostrada del Brennero è crollato soprattutto il traffico leggero, con punte oltre il 70%. Sull’A24, tra Roma e Teramo, nel fine settimana del 14 e 15 è sceso del 90%. Capita anche nelle strade extraurbane: domenica 15 marzo lungo l’Appia le telecamere hanno rilevato, nel tratto avellinese, 1.600 veicoli invece dei soliti 16.000.

Anche nelle città sono spariti almeno i due terzi delle auto. Ebbene, dato che, secondo l’Istat, normalmente in Italia ci sono ogni giorno 10 vittime di incidenti automobilistici e quasi 700 feriti, in questo periodo, considerando un calo medio del traffico del 70%, ogni 24 ore sopravvivono 7 persone e circa 500 restano incolumi (significa meno ricoveri, meno invalidi, meno tragedie).

Il calo del viavai di mezzi ha provocato anche il crollo dell'inquinamento. I satelliti stanno mostrando immagini in cui si vede che la nube di azoto, di solito sempre presente sul Nord Italia, si sta dissolvendo. A Milano non era mai successo dall’inizio di quest’anno che le polveri sottili (PM10) restassero sotto la soglia di 50 microgrammi (considerata quella massima tollerabile) per metro cubo di aria durante oltre 10 giorni consecutivi. Basti pensare, per esempio, che il 16 Marzo nelle quattro centraline di rilevamento sono stati registrati tra 16 e 25 microgrammi per metro cubo, mentre il 16 gennaio ne risultavano tra i 79 e i 96. Un calo di due terzi.

Ora si consideri che – secondo le stime di uno studio pubblicato sulla rivista scientifica European Heart Journal nel marzo 2019 – l’Italia è il secondo Paese dell’Ue (dopo la Germania) per decessi dovuti alle polveri sottili e ad altri inquinanti, con la perdita precoce di 81.000 vite ogni anno: 222 ogni 24 ore. Forse in queste giornate se ne stanno salvando almeno la metà, circa 110. Per non parlare del fatto che l’inquinamento urbano indebolisce i polmoni e le difese immunitarie, favorendo anche le pericolosissime polmoniti, proprio quelle che il Covid-19 contribuisce a innescare.

Non ci si deve consolare con queste considerazioni, determinate da un evento che nessuno aveva previsto. Però noi - cittadini e istituzioni - potremmo riflettere sulla sensatezza e sulla normalità delle abitudini quotidiane. Per imparare a vivere in modo meno autolesionista. Se lo faremo, almeno la tragica lezione del coronavirus sarà servita a qualcosa.

Se stai cercando le migliori assicurazioni auto e le migliori assicurazioni moto, prova il comparatore di Facile.it

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la news:
Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 8 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 05/04/2020 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

pubblicato da il 20 marzo 2020

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni