02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Bollo auto diventa tassa sul consumo? Le ipotesi in ballo per il 2019

pubblicato da il 10 dicembre 2018
Bollo auto diventa tassa sul consumo? Le ipotesi in ballo per il 2019

In tanti vorrebbero cancellarlo ma nessuno ci è mai riuscito. Allora si prova a cambiarlo: parliamo del bollo auto, uno dei balzelli meno tollerati dagli italiani ma che tutti sono obbligati a pagare, pena il divieto di circolazione su strada. Com'è noto il bollo auto è una tassa di possesso (si paga cioè per il solo fatto di possedere un veicolo, a prescindere dal suo uso), ma c'è chi vorrebbe trasformarlo in tassa sul consumo, soggetta alla quantità di emissioni prodotte.

La proposta l'ha lanciata il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa durante un recente incontro per annunciare l'accordo sul miglioramento dell'aria a Roma. Secondo l'esponente del Governo tra le soluzioni per ridurre l'inquinamento da Co2 su scala nazionale potrebbe rientrare quella di commisurare l'importo del bollo auto al consumo di carburante: in altre parole, chi inquina di più paga di più e viceversa. Un'ipotesi peraltro neppure inedita, dato che lo stesso Parlamento Europeo ha da tempo auspicato questo tipo di soluzione.

Detto che al momento siamo ancora ne campo delle riflessioni e che nulla cambia per il pagamento del bollo auto 2019, salvo novità dell'ultim'ora, in caso di adozione del nuovo sistema basato sul consumo andrebbero chiariti almeno un paio di aspetti.

Come calcolare, per esempio, l'aumento o lo sconto del bollo? Sul valore teorico di produzione di Co2 riportato sul libretto di ciascuna vettura, oppure basandosi sui chilometri effettivamente percorsi e sulla quantità di carburante utilizzata? E se si scegliesse la seconda ipotesi, non ci sarebbe il rischio di penalizzare troppo coloro che, pur con tutta la buona volontà, sono obbligati a usare l'auto con molta frequenza, per motivi di lavoro o perché residenti in zone scarsamente coperte dai mezzi pubblici?

Domande che necessiteranno di una chiara risposta qualora si passasse davvero alle vie di fatto. Cosa che l'attuale Governo sembra peraltro intenzionato a fare, visto l'emendamento che ha introdotto interessanti incentivi auto per l'acquisto di vetture ecologiche e un'imposta supplementare per chi compra veicoli inquinanti. Imposta che però non piace al vice-Premier Salvini (seguiranno aggiornamenti).

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 69 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 21/03/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni