02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazioni auto: cosa succede se si sbaglia a compilare il Modulo blu

pubblicato da il 1 febbraio 2017
Assicurazioni auto: cosa succede se si sbaglia a compilare il Modulo blu

La compilazione del cosiddetto Modulo Blu, noto anche come Modulo CIE o CID, è uno degli argomenti di maggior interesse che riguarda le assicurazioni auto, visto che bene o male quasi tutti gli automobilisti, almeno una volta nella vita, hanno avuto a che fare (o avranno a che fare) con il documento da compilare quando si rimane coinvolti in un incidente stradale, anche se di lieve entità. Il Modulo Blu permette infatti di semplificare e velocizzare le pratiche per il risarcimento dei danni, poiché in questo caso la richiesta, previo accordo tra le parti per la sottoscrizione della constatazione amichevole, viene inviata direttamente alla propria compagnia e non a quella del veicolo responsabile del sinistro.

Ogni automobilista sa (o per lo meno dovrebbe sapere) come si compila correttamente un Modulo Blu. Ma parliamoci chiaro: può benissimo capitare, vista la concitazione del momento (ricordiamo che il documento va redatto subito dopo l'incidente, e in quegli attimi anche il più banale dei tamponamenti potrebbe aver provocato uno stato di stress emotivo), che vengano inserite informazioni errate o comunque non complete, oppure una descrizione del sinistro non esauriente. Cosa succede in questi casi? Le possibili conseguenze, ci ricorda Omniauto, sono essenzialmente tre.

  • Se si consegna alla propria compagnia un Modulo Blu contenente informazioni errate, non complete o alterate, anche se in buona fede, non ci sarà alcuna proposta di indennizzo diretto con conseguente ritardo nel rimborso RC auto, che verrà corrisposto solo dopo la presentazione di tutta la documentazione corretta.
  • C'è però un'eventualità peggiore, e cioè che il modulo sia completo in ogni sua parte, con tanto di dati, nomi e firme, ma che nella fretta o nella confusione ci si assuma la responsabilità di un incidente senza averne alcuna colpa (sembra assurdo ma può capitare). Le conseguenze in questo caso sarebbero terribili: nessun risarcimento e rincaro fortissimo della RC auto al rinnovo annuale per lo scatto del malus.
  • Terzo e ancor più grave caso, riguarda l'eventualità di un incidente con feriti. In circostanze del genere, soprattutto se si esce dalla vettura un po' storditi, il rischio di compilare il Modulo Blu riportando una descrizione imperfetta del sinistro è molto alto, e quindi oltre al danno si aggiungerebbe la beffa: niente rimborso per i danni all'auto e neanche un euro per le lesioni fisiche. Per questo, se ci sono feriti anche lievi, conviene sempre chiamare le Forze dell'Ordine o cercare testimoni oculari, che in caso di problemi con l'assicurazione possano ristabilire la verità.

In ogni caso se i danni non rientrano nella procedura di risarcimento diretto, la compagnia è tenuta a comunicare i motivi di esclusione e, a seconda dei casi, inviare richiesta all'altra compagnia coinvolta. Chi non è d'accordo può cercare di far valere i vostri diritti esercitando un'azione legale, tenendo presente che diritto al risarcimento del danno si prescrive entro due anni dalla data del sinistro.

Vota la news:
Valutazione media: 3,9 su 5 (basata su 7 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni