02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione auto: in aumento il numero delle vetture senza copertura

pubblicato da il 26 maggio 2017
Assicurazione auto: in aumento il numero delle vetture senza copertura

Ci avevano promesso che con le nuove misure anti frode la piaga delle vetture che circolano senza assicurazione auto obbligatoria sarebbe stata debellata o quanto meno limitata. E invece, numeri alla mano, sembra che l'introduzione dell'attestato di rischio e del contrassegno di assicurazione elettronici, la digitalizzazione del certificato di assicurazione, la revisione della banca dati sinistri, la creazione delle banche dati testimoni e danneggiati e la creazione dell'archivio integrato anti frode non abbiano fin qui dato i risultati sperati, visto che le auto e le moto senza copertura assicurativa sono addirittura aumentate.

Secondo l'ASAPS, Associazione amici sostenitori polizia stradale, i veicoli che circolano senza assicurazione sono passati da 3,9 milioni nel 2014 (l'8,7% del parco circolante) a circa 5 milioni di oggi (il 13%). Oltre un milione in più in soli tre anni: un quadro altamente sconfortante, anche se non è escluso che in quel 13% di veicoli scoperti da RC auto possano rientrarvi pure quelli che per varie ragioni, seppur immatricolati, non sono posti in circolazione poiché collocati in aree private.

L'indagine svolta dall'ASAPS ha inoltre confermato la territorialità del fenomeno, dato che la malsana abitudine di non assicurare la propria vettura si concentra soprattutto nel sud Italia, dove in alcune zone si arriva alla grottesca statistica secondo cui un veicolo su due non è assicurato. Per esempio in provincia di Napoli risulta il 25,6% di auto e moto “scoperte”, con punte del 46% (!) nel comune di Qualiano, mentre a Castel Volturno, nel casertano, si arriva al 42% (curiosamente, però, il record in Italia appartiene al paese di Oldenico, in provincia di Vercelli, con un irreale 49% di auto senza assicurazione).

Inoltre, a rendere ancora più complicato il quadro (e a creare maggiore confusione), ci si è messa una recente circolare del Ministero dell'Interno, secondo cui non esiste l'obbligo di assicurazione per le auto immatricolate all'estero, che sono quindi perfettamente libere di circolare temporaneamente sulle nostre strade grazie alla cosiddetta “assicurazione virtuale”, in forza della quale il veicolo risulta comunque coperto in caso di incidente.

Certo, è vero che nel caso di sinistri con veicoli immatricolati all'estero interviene l'UCI, Ufficio centrale di assicurazione per l'Italia, mentre per gli incidenti con vetture senza copertura assicurativa ci pensa il Fondo di Garanzia, ma in questi casi la franchigia è di appena 500 euro e il rischio di rimetterci è molto elevato.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la news:
Valutazione media: 4,5 su 5 (basata su 8 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni