02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Quanto costa mantenere un animale esotico

Tra gli amanti degli animali, ci sono sempre più appassionati di specie esotiche, come pappagallini, rettili, anfibi o particolari tipi di pesci. Queste specie sono sicuramente molto affascinanti ma prima dell'acquisto è di fondamentale importanza valutare con attenzione una serie di elementi necessari al loro corretto sostentamento. Viene quindi spontaneo chiedersi quanto costa mantenere un animale esotico e la risposta non è per niente semplice in quanto dipende dalla specie selezionata e dalle sue dimensioni.

Non dimenticare, inoltre, che quando si parla di spesa per un animale, sia esso esotico o meno, non ci si riferisce solo al costo iniziale per l'acquisto, ma soprattutto a tutte le cure, all'alimentazione, alla realizzazione di un alloggio adatto, sia esso una cuccia, un acquario, il terrario o altro.

Vediamo di seguito alcuni aspetti che devono essere presi in considerazione per valutare la spesa necessaria per mantenere un animale esotico dopo l'acquisto.

Sommario

L'alloggio

Per prima cosa, la spesa da effettuare insieme all'animale è un alloggio appropriato. Questo naturalmente varia a seconda della specie: si dovrà pertanto acquistare un acquario nel caso in cui si è puntato su pesci tropicali, un terrario per le tartarughe, i serpenti o le iguana, una casetta per i cincillà o altri roditori esotici e ancora un trespolo e una gabbia per i pappagalli o altri uccelli.

I costi in tal caso possono variare sia per la tipologia di alloggio sia per le dimensioni: una gabbietta per uccellini avrà infatti una spesa di poche decine di euro mentre un acquario potrà costare anche qualche centinaio di euro.

Non dimenticare inoltre che a parte la spesa per l'alloggio dovrai considerare anche quelle per eventuali accessori e per la pulizia, soprattutto per quanto riguarda l'acquario per il quale dovrai prevedere tutti gli elementi necessari mantenere sempre pulita sia l'acqua sia le pareti stesse dell'acquario.

Spese di assistenza e veterinario

Quando si acquista un animale esotico il primo step è sicuramente quello di farlo visitare da uno specialista, ossia un veterinario che si occupa di animali esotici. Se hai acquistato il tuo animale in un negozio specializzato hai buone possibilità che esso sia in ottima salute: tuttavia spesso si acquistano gli animali esotici tramite canali non sempre affidabili. In tal caso è necessario procedere subito con un controllo dal veterinario per assicurarsi che l'animale stia bene.

Non solo: la visita dal veterinario ti permetterà di chiedere tutte le informazioni necessarie per assicurare l'animale da eventuali malattie. Lo specialista saprà indicarti eventuali vaccinazioni da fare e consigliarti come procedere con l'alimentazione in modo da non fargli mancare i giusti nutrienti per una crescita sana.

L'alimentazione

Le spese per l'alimentazione possono variare, e di molto, a seconda della specie esotica acquistata. Anche se i mangimi di base hanno un costo mediamente basso, si deve sempre considerare che quella legata a prodotti alimentari per animali esotici rappresenta la spesa più comune e frequente di chi ha scelto di acquistare questo tipo di pet.

Devi poi ricordare che ci sono specie che mangiano poco, perché magari di piccole dimensioni oppure perché caratterizzate da un metabolismo particolare, mentre altri animali sono piuttosto voraci. Per risparmiare sull'alimentazione del tuo animale domestico puoi puntare all'acquisto di pacchi di mangime formato convenienza, che ti permetteranno di ridurre anche notevolmente la spesa che, in linea di massima, si aggira tra i cinquanta e i duecento euro a seconda della specie di animale e delle sue dimensioni.

Qualche esempio di spesa

Gli animali esotici oggi in commercio sono davvero numerosi per cui di seguito riportiamo alcuni esempi degli acquisti più comuni per permetterti di quantificare la spesa necessaria.

  • Iguana: questo rettile presenta un prezzo di acquisto molto vario, che può andare dai cinquanta ai duecento euro a seconda delle dimensioni, dell'età e del sesso. Si nutre esclusivamente di frutta e verdura fresche per cui andrà prevista una spesa regolare di mele e pere nonché di particolari fiori che predilige, come quello di zucca o il dente di leone. Attenzione perché ci sono alcuni ortaggi che assolutamente non deve mangiare, come i pomodori: chiedi consiglio al veterinario per un'alimentazione adeguata.
  • Di fondamentale importanza è la preparazione del terrario che deve essere di dimensioni medio-grandi, anche in base alle misure dell'iguana. Si tratta infatti di un animale che ha bisogno di ampi spazi, per cui non può essere costretto in una teca troppo piccola perché soffrirebbe. Non dimenticare che l'iguana è un animale a sangue freddo per cui è alla continua ricerca di calore: all'interno del terrario quindi, oltre a rami, foglie e tutto il necessario per la ricostruzione di un habitat adeguato, è necessario installare lampade specifiche per il corretto riscaldamento. La spesa per il terrario parte da circa cento euro a salire, in base a dimensioni e accessori.
  • Pappagallini: sono tra gli uccelli esotici più amati negli ultimi anni. A differenza dei pappagalli di grandi dimensioni che sono spesso specie protette e non in vendita, molte specie di pappagallini risultano particolarmente economiche sia da acquistare che da mantenere.
  • Per quanto riguarda l'alloggio, infatti, basta loro una gabbietta, visto che possono poi essere fatti uscire liberi di volare in casa purché si sistemino dei trespoli dove possono poggiarsi prima di rientrare nella loro gabbia.
  • Anche l'alimentazione è relativamente economica: i pappagallini si nutrono di semi, di frutta secca e verdura. Mangiano poco, circa tre o quattro volte al giorno e preferibilmente a orari sempre regolari.

L'assicurazione animali

Non tutti sanno che è possibile stipulare delle polizze assicurative per animali domestici in grado di tutelare sia l'animale sia il proprietario da spese mediche o per danni causati a terzi. Va però sottolineato che a differenza delle assicurazioni per i più comuni animali domestici come cane e gatto, quelle per gli animali esotici sono più costose, dipendendo anche dal tipo di animale e dalla tutela che viene richiesta.

Nello specifico, non si deve sottovalutare che gli animali esotici, proprio perché vivono al di fuori del loro habitat naturale, tendono ad ammalarsi più facilmente: proprio questo aspetto porta a un incremento dei costi delle polizze. Tuttavia, considerando che anche le spese mediche per queste specie sono mediamente costose, può risultare comunque conveniente stipulare una polizza di base, che garantisca una tutela anche minima alla salute dell'animale o ad eventuali danni causati.

Proteggi il tuo animale domestico Fai un preventivo

Offerte confrontate

Compara le polizze delle compagnie e trova l'assicurazione online al miglior prezzo su Facile.it. Risparmia fino a 500€ sull'assicurazione auto. Bastano 3 minuti!

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure