02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Per andare a Londra serve il passaporto?

Per andare a Londra serve il passaporto?
Le 3 cose da sapere:
  • Per andare a Londra in vacanza bisogna essere muniti di passaporto
  • Se si vuole lavorare o studiare a Londra serve il visto
  • Dal 2024 servirà l'Eta, un documento elettronico per entrare nel Paese

Sommario

Cos'è cambiato dopo la Brexit per chi viaggia nel Regno Unito

Dal 1 ottobre 2021 le norme per entrare nel Regno Unito sono cambiate, stravolgendo un po' la vita dei turisti, e non solo. In realtà per i cittadini europei e svizzeri cambia ben poco, soprattutto per chi vuole fare una semplice vacanza nel Paese, mentre chi vuole studiare o lavorare nel Paese, o soggiornarci per un lungo periodo, esiste qualche ostacolo in più da superare.

Ad oggi, a tutti coloro che vogliono entrare nel Regno Unito e restarci per meno di sei mesi basta semplicemente essere in possesso del passaporto in corso di validità, da richiedere con congruo anticipo presso l'Ufficio Passaporti della Questura, che sia per una vacanza, una visita a parenti, un viaggio di lavoro o visite mediche.

Chi invece vuole recarsi nel Regno Unito per studiare o lavorare, deve inoltrare la domanda del visto corrispondente, da richiedere all'ambasciata inglese almeno un mese prima della partenza. Ovviamente il visto ha un costo, che varia a seconda della tipologia e del paese di provenienza del richiedente, e per ottenerlo bisogna rispondere a dei requisiti ben definiti.

Dal 2024 servirà l'Eta: cos'è e come si richiede

L'Eta, Electronic travel authorization, sarà la nuova modalità di viaggio di chi si reca nel Regno Unito. Il nuovo documento elettronico sostituirà il visto turistico standard e permetterà di viaggiare più liberamente e senza bisogno di inoltrare la domanda ogni volta che si deve partire per il Regno Unito. Avrà validità di due anni e basterà compilare il modulo online all'ambasciata inglese e nel giro di qualche giorno verrà rispedita al richiedente tramite email. Il viaggiatore dovrà poi solo esibirla nel momento dell'ingresso nel Paese, insieme al passaporto valido senza altri controlli.

Questo documento, che ricorda molto l'Esta degli Stati Uniti, promette di essere una garanzia non solo per velocizzare gli spostamenti, ma anche per la sicurezza nazionale, identificando in maniera più accurata e rapida chi entra nel Regno Unito e chi dispone di eventuali condanne penali ed irregolarità.

Chiunque dovrà essere in possesso dell'Eta per entrare nel Paese, compresi gli italiani che, come tutti gli europei, fino ad oggi potevano soggiornare nel Paese fino a sei mesi senza visto. Dal 2024 invece saranno obbligati a richiedere, e quindi pagare, questo documento per entrare, anche per un solo weekend di vacanza, nel Regno Unito.

Che documenti servono se si va a Londra con dei bambini?

Per viaggiare ai bambini non basta più il semplice documento di identità, anche se valido per l'espatrio, ma ci vuole anche per loro il passaporto. Questo è il documento più riconosciuto all'estero, compreso il Regno Unito, per farli viaggiare con tranquillità insieme a noi. La validità del passaporto però, purtroppo, scende molto con l'età: se per gli adulti resta valido per dieci anni, per un bambino da zero a tre anni bisogna rinnovarlo solo dopo tre anni, mentre dai tre ai diciotto anni vale cinque anni. Questo significa che il costo, già abbastanza caro, quasi 120€, deve essere sostenuto più volte per viaggiare con i propri figli. Ma per offrirgli una nuova bella esperienza, probabilmente ne vale la pena.

Lavoro o studio a Londra: quali documenti sono richiesti

Dopo la Brexit studiare e lavorare a Londra è diventato più complicato, ma basta prepararsi per tempo e si riesce a organizzare il proprio futuro.

Chi studia deve innanzitutto sapere che per ottenere il visto per gli studenti deve rendere conto delle proprie risorse finanziarie: i ragazzi devono dare prova di potersi mantenere nel periodo di permanenza nel Regno Unito. Altro requisito che bisogna assolutamente avere è la capacità di comprendere l'inglese sia parlato che scritto e di saperlo anche parlare, dimostrando di sapersela cavare in ogni ambito in cui ci si può trovare nella vita quotidiana inglese.

Il visto per gli studenti può essere richiesto sei mesi prima dell'inizio della scuola, in modo di avere il tempo di organizzare tutto, e il costo, che varia anche dal cambio sterlina-euro, è indicativamente intorno ai 400€.

Per quanto riguarda i lavoratori, ci sono diverse tipologie di visto e per ottenerlo il Regno Unito si avvale di un metodo a punteggio: se si vuole lavorare nel Paese bisogna raggiungere i 70 punti. Questi punti si raggiungono per abilità e competenze che si hanno, come il livello di inglese e il titolo di studio raggiunto, ma anche a seconda del salario annuo e se il tuo profilo corrisponde a lavori di cui attualmente il Regno Unito è carente. Una volta raggiunti, si potrà inoltrare la domanda per il visto.

Il modo migliore per entrare nel mondo lavorativo del Paese è rispondere a un'offerta o contattare direttamente un'azienda per candidarsi a una posizione: avere un lavoro che ci aspetta vale di per sé già 20 punti. È invece sicuramente molto più complicato di prima partire all'avventura senza esperienza alla ricerca di un lavoro qualsiasi, per cambiare vita nel Regno Unito.

Polizze Viaggio: risparmia fino al 20% Fai un PREVENTIVO

Offerte confrontate

Compara le polizze delle compagnie e trova l'assicurazione online al miglior prezzo su Facile.it. Risparmia fino a 500€ sull'assicurazione auto. Bastano 3 minuti!

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni

Compagnie e intermediari assicurativi

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure