02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione viaggio India: come funziona e perché stipularla

Assicurazione viaggio India: come funziona e perché stipularla
Le 3 cose da sapere:
  • Per viaggiare in India sono necessari il visto, il passaporto e un certificato di negatività al Covid.
  • Se si viaggia in India esiste il rischio di contrarre alcuni virus, come il Dengue o lo Zika.
  • L'assicurazione di viaggio copre le spese mediche, lo smarrimento dei bagagli e il rimborso del volo.

L'India è una delle mete preferite dei viaggiatori, per la sua cultura millenaria, le attrazioni storico-artistiche, i paesaggi incontaminati, la cordialità e la disponibilità dei cittadini locali, i luoghi di culto e le originali tradizioni. Se si sta programmando un viaggio in India, oltre a pianificare l'itinerario, prenotare il volo e il pernottamento, si dovrà anche stipulare una polizza assicurativa di viaggio.

L'assicurazione viaggio per l'India è importante per avere una protezione continua e completa durante tutto il soggiorno, così da trascorrere una vacanza all'insegna del relax e della tranquillità. In questo articolo vi parleremo dell'assicurazione viaggio in India, spiegandovi come funziona, le garanzie previste e come sottoscriverla online o nelle filiali.

Sommario

Perché sottoscrivere una polizza viaggio per l'India

L'India è da sempre considerata una meta esotica e particolare, che tutti i viaggiatori vogliono raggiungere almeno una volta nella vita, soprattutto perché vi sono tradizioni millenarie non presenti in altri Paesi asiatici. L'India è un crocevia di culture e questa diversità si manifesta nelle tantissime attrazioni presenti nelle più importanti città del Paese: Mumbai, Agra e Nuova Delhi e nei piccoli centri rurali.

Per visitare l'India dovrete richiedere un visto turistico, visto che non è permesso agli stranieri di entrare nel Paese senza aver richiesto questo importante documento, anche se il soggiorno dura pochi giorni. Insieme al visto, bisognerà presentare il passaporto, con una validità residua pari a sei mesi.

Se si sta per partire per l'India, bisogna sottolineare che non sono previste vaccinazioni obbligatorie per i turisti italiani, ma è sempre opportuno vaccinarsi per alcune patologie, onde evitare qualsiasi tipo di rischio:

  • tifo;
  • epatite A e B;
  • tubercolosi;
  • poliomielite;
  • difterite.

L'India è un Paese in via di sviluppo, di conseguenza non è possibile trovare le stesse condizioni igienico-sanitarie presenti in Europa, quindi è opportuno fare attenzione quando si beve acqua o si assaggiano dei cibi crudi. Le strutture sanitarie pubbliche sono abbastanza efficienti, ma sono soprattutto frequentate dalle fasce più povere della popolazione, diventando superaffollate e non sempre affidabili per quanto riguarda gli standard di igiene.

La sanità privata è in linea con gli standard europei, anche se i costi sono esorbitanti e non è così semplice accedervi per un turista. Un altro problema riguardo la sanità in India è che le cliniche private sono presenti solo nei grandi centri urbani, quindi se si sta trascorrendo una vacanza in luoghi selvaggi e impervi, sarà difficile raggiungerli.

L'assistenza sanitaria è fondamentale perché in India vi sono ancora alcune malattie come la dengue, zika, malaria e influenza suina, inoltre è facile contrarre gastroenteriti o la diarrea del viaggiatore. L'assicurazione viaggio in India è anche in grado di proteggervi in caso di smarrimento di bagagli, furti e altri tipi di incidenti. Nonostante l'India sia uno Stato abbastanza tranquillo, i furti sono all'ordine del giorno, senza trascurare gli incidenti causati dal caotico traffico indiano.

Come funziona l'assicurazione viaggio per l'India

Prima di partire per l'India vi suggeriamo di ricercare online le compagnie assicurative che forniscono polizze viaggio per questa destinazione confrontando le varie offerte. L'assicurazione viaggio per l'India si può stipulare in pochi minuti, è valida per l'intera durata del soggiorno e oltre alla copertura sanitaria si possono aggiungere ulteriori garanzie, come quella per i furti.

Dopo aver individuato la compagnia assicurativa con cui stipulare l'assicurazione viaggio è necessario leggere con attenzione il contratto e verificare quali sono i massimali previsti dalla polizza in caso si verifichi qualsiasi tipo di imprevisto. Se viaggiate in India durante la stagione dei monsoni, è consigliabile aggiungere una garanzia aggiuntiva in caso di calamità naturali. Con la polizza viaggio si ha sempre l'assistenza personalizzata e si potrà interloquire facilmente con degli operatori in lingua italiana.

Cosa copre

Le assicurazioni viaggio per l'India, qualunque sia la compagnia scelta, vi garantiscono assistenza sanitaria e ospedaliera in caso di incidenti, compreso il ricovero in alcune strutture private convenzionate. Per alcuni casi gravi di malattia o se le misure sanitare non soddisfano i requisiti di base, si può sempre richiedere il rimpatrio in Italia, senza nessun costo aggiuntivo.

Durante la degenza o le visite specialistiche in India si è sempre assistiti da un interprete, selezionato dalla compagnia assicurativa. In aggiunta alla copertura sanitaria, nelle polizze all inclusive sono presenti altre garanzie utili per un viaggio in India:

Con le polizze all inclusive si ha davvero la certezza di essere protetti in ogni occasione, soprattutto se si sceglie una meta lontana come l'India, dove i problemi di sicurezza sanitaria e personale sono sicuramente più frequenti rispetto all'Italia. Per ottenere i servizi offerti dalla compagnia assicurativa in India, si può contattare il numero verde per i clienti o visitare l'area personale con smartphone, tablet o pc.

Assicurazione per viaggio in India e Covid-19

Il Covid è ancora presente nel mondo e i viaggiatori che decidono di partire per l'India devono assolutamente informarsi riguardo le politiche adottate dal Governo per fronteggiare la pandemia. Per avere notizie sempre aggiornate riguardo i contagi e la situazione pandemica in India, prima di partire vi suggeriamo di consultare il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina.

Prima di entrare in India, è necessario caricare sulla pagina https://www.newdelhiairport.in/airsuvidha/apho-registration un certificato di negatività al Covid e compilare un'autodichiarazione sanitaria. All'aeroporto non vengono più effettuati test molecolari per i visitatori in ingresso e si può liberamente circolare anche senza vaccinazione sanitaria.

Nel caso in cui si palesi una positività al Covid all'ingresso in India, sarete ospitati presso i covid hotel indiani. Se si stipula un'assicurazione sanitaria, le spese sostenute dal turista per il soggiorno in un covid hotel non saranno a suo carico, così come gli eventuali ricoveri in ospedale. In India, non sono previste restrizioni per gli spostamenti e non è obbligatorio indossare la mascherina, ma è sempre opportuno prestare attenzione quando vi sono degli assembramenti.

Con l'assicurazione di viaggio per l'India, se si contrae il virus prima della partenza si può richiedere l'annullamento e il rimborso del viaggio, anche se è opportuno controllare se la compagnia adotti questa clausola nella propria polizza. Essendo la pandemia non ancora superata, vi suggeriamo di inserire sempre un'assistenza sanitaria senza limiti, che copra le spese in caso di Covid.

Polizze Viaggio: risparmia fino al 20% Fai un PREVENTIVO

Offerte confrontate

Compara le polizze delle compagnie e trova l'assicurazione online al miglior prezzo su Facile.it. Risparmia fino a 500€ sull'assicurazione auto. Bastano 3 minuti!

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure