02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Novità da Bruxelles: fondi UE in arrivo per l'Agenda digitale italiana

Novità da Bruxelles: fondi UE in arrivo per l'Agenda digitale italiana

La Commissione Europea ha dato il via libera a nuovi fondi destinati – tra gli altri obiettivi – a portare avanti l’applicazione dei principi dell’Agenda digitale europea anche in Italia. Il 14 luglio è stato infatti adottato ufficialmente da Bruxelles il Programma operativo nazionale 2014-2020 «Città metropolitane», che prevede investimenti nei principali centri urbani del nostro Paese.

Saranno quattordici le città metropolitane italiane che potranno godere dei nuovi fondi: si tratta di (in ordine alfabetico) Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Firenze, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino e Venezia. Le aree urbane usufruiranno di un fondo complessivo di 892 milioni di euro, di cui 588 stanziati dall'UE attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e il Fondo sociale europeo (FSE), e altri 304 milioni cofinanziati a livello nazionale. Con questo capitale dovranno essere portate avanti politiche legate non solo all’innovazione digitale, ma anche a sviluppo urbano, efficienza energetica, mobilità sostenibile e inclusione sociale.

Per quanto riguarda in particolare le tematiche dell’Agenda digitale, la Commissione europea stima che, grazie al nuovo programma operativo, il 70% dei comuni delle aree metropolitane italiane offrirà servizi digitali completamente interattivi ai cittadini e 678 comuni lavoreranno in maniera integrata, rendendo interoperabili i propri sistemi informatici. Obiettivi ambiziosi, che hanno lo scopo di rendere le città metropolitane dei «centri propulsori dell'innovazione, dei servizi digitali ai cittadini e di progetti di sostenibilità urbana», come riportato dal Commissario UE per la politica regionale, Corina Crețu.

Contestualmente al piano per le aree urbane, la Commissione ha approvato anche il Programma operativo nazionale 2014-2020 «Ricerca e Innovazione», finalizzato a promuovere gli investimenti delle imprese in ricerca e sviluppo, il collegamento tra aziende e centri di ricerca, il miglioramento della qualità e dell'efficacia dell'istruzione universitaria e della formazione professionale. Il piano, in questo caso, riguarda unicamente le regioni del Centro-Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) e dispone di un budget complessivo di 1.286 milioni di euro.

ADSL: confronta le tariffe Verifica copertura
pubblicato da il 18 luglio 2015

Offerte confrontate

Confronta le offerte ADSL dei maggiori operatori, scegli l'offerta più conveniente per te e richiedi l'attivazione on line.

Ultime notizie ADSL

News ADSL

Guide all'ADSL

  • Fwa: cos'è e a cosa serve

    Fwa: cos'è e a cosa serve

    Fwa è la sigla di Fixed Wireless Access ed è...

  • Disdetta fibra ottica: come fare, costi e tempi

    Disdetta fibra ottica: come fare, costi e tempi

    Le compagnie telefoniche prevedono modalità e...

  • Gestione resi Vodafone: come funziona

    Gestione resi Vodafone: come funziona

    Eseguire la gestione resi Vodafone non è affatto...

  • Da cosa dipende la velocità dell'ADSL?

    Da cosa dipende la velocità dell'ADSL?

    La velocità dell'ADSL è un criterio importante...

Guide ADSL

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

Operatori ADSL

RECUPERO PREVENTIVI

Accedi con la tua email

Riceverai un’email che ti permetterà di fare accesso e di visualizzare i tuoi preventivi.

Accedi