02 55 55 1 Lun-Sab 9.00-21.00

Wind e Tre si alleano: nasce un operatore mobile da 31 milioni di clienti

pubblicato da il 7 agosto 2015
Wind e Tre si alleano: nasce un operatore mobile da 31 milioni di clienti

Le lunghe ed estenuanti trattative tra CK Hutchison e VimpelCom, proprietarie rispettivamente dei marchi Tre Italia e Wind, si sono finalmente concluse con il preannunciato matrimonio tra gli operatori di telefonia mobile. A darne notizia sono state le due società, attraverso un comunicato congiunto che sancisce la nascita di un nuovo colosso della telefonia mobile in Italia, pronto a dar battaglia a TIM e Vodafone con il suo bacino di 31 milioni di clienti.

Al contrario di quanto ipotizzato nelle prime fasi della trattativa, quando si era parlato di un’acquisizione da parte di CK Hutchison, quella tra Tre Italia e Wind è una joint venture paritetica per le attività di telecomunicazioni in Italia, quindi una fusione.

Cosa cambia nel panorama italiano della telefonia? La novità più rilevante riguarda la telefonia mobile, in quanto il nuovo colosso formato da Tre Italia e Wind si inserisce, con i suoi oltre 31 milioni di clienti, tra TIM e Vodafone, rispettivamente a quota 32 e 27 milioni di SIM attive.

“L’integrazione delle due reti - recita la nota ufficiale -, unita a ulteriori investimenti significativi, garantirà ai clienti mobili italiani una qualità della rete ineguagliabile e accelererà lo sviluppo dei servizi a banda larga mobile e fissa ad alta velocità nel Paese. I clienti italiani consumer e business potranno avvantaggiarsi del sensibile miglioramento della copertura 4G LTE, oltre che dell’aumento della velocità di download, dell’affidabilità della rete e di servizi ancora più avanzati”.

A proposito di banda larga, l’accordo riguarderà anche Infostrada che fa parte del gruppo Wind. I clienti del fisso sono 2,8 milioni, di cui 2,2 milioni broadband, e in un mercato dominato dai contenuti e dalle partnership con i broadcaster, l’operatore si trova nella condizione di dover rincorrere i competitors che hanno già siglato accordi importanti: su tutti, TIM, Fastweb e Vodafone.

Se la fusione tra Tre Italia e Wind è ora ufficiale, ci vorranno almeno altri 12 mesi affinché le autorità, compreso l’Antitrust europeo, possano dare il definitivo via libera all’accordo. Al di là delle formalità, il nuovo operatore ha già una fisionomia ben definita anche in ambito dirigenziale: la nuova società sarà guidata da Maximo Ibarra, attuale CEO di Wind, mentre Dina Ravera, attuale COO di 3 Italia, guiderà il processo di integrazione.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 20 voti)

Offerte confrontate

Scopri le migliori offerte telefonia mobile con o senza smartphone incluso e risparmia su chiamate, sms e internet.

Compagnie telefoniche

Scopri i prodotti e leggi tutte le informazioni sulle principali compagnie di telefonia mobile.

Compagnie telefoniche

Guide alla telefonia

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy