89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Telefonia mobile: lo stato in Italia secondo il rapporto Agcom

pubblicato da il 12 gennaio 2016
Telefonia mobile: lo stato in Italia secondo il rapporto Agcom

Rallenta la moria di linee mobili in Italia che, dopo mesi di inesorabile flessione, fanno registrare un calo di “appena” 0,1 milioni di unità rispetto al trimestre precedente. Su base annuale, le SIM attive sono scese di 1,8 milioni, contribuendo a disegnare un nuovo panorama della telefonia mobile in Italia, in cui le schede degli MVNO conquistano terreno sugli operatori tradizionali, toccando quota 8% del totale.

Qual è la classifica degli operatori di telefonia mobile in Italia? In attesa della preannunciata fusione tra Wind e 3 Italia, destinata a concretizzarsi entro l’anno, la vetta viene ancora occupata da TIM con ben il 32,3% del mercato mobile, con un trend in positivo del +0,2% su base annuale, più che sufficiente per tenere a distanza Vodafone, seconda con il 26,5% e in flessione dell’1%, sempre rispetto al 2015. Sogni di gloria, quindi, per Wind e 3 Italia, pronte a soffiare la seconda posizione a Vodafone dopo la fusione: 22,9% per Wind, sostanzialmente stabile, e 11% per 3 Italia che cresce dello 0,5%.

Guardando al crescente fenomeno degli MVNO, ovvero degli operatori virtuali, Poste Mobile è l’assoluto dominatore con il 3,8% del mercato complessivo della telefonia mobile e ben il 52% del segmento. A seguire, con un forte distacco, ci sono Fastweb al 13,8%, Coop Italia al 9,4% e Lycamobile all’8,6 ma in forte flessione (-3,9%) dopo un debutto in Italia al di sopra di ogni aspettativa.

E il mercato affari? Gran parte del successo di TIM nella telefonia mobile è proprio dovuto al mercato affari, ovvero ai liberi professionisti e alle aziende con Partita IVA:  l’operatore mobile di Telecom Italia ha in mano il 58,1% dei clienti, davanti a Vodafone con il 25,5%, Wind con il 6,2% e 3 Italia con il 6,9%. Dati che testimoniano quanto, almeno sul mercato residenziale, si stia assistendo a una lotta alla pari tra TIM (27,4), Vodafone (26,7) e Wind (26,1).

Degna di nota, infine, è la trasformazione del panorama della telefonia mobile in Italia per quel che concerne l’utilizzo: impennata per le SIM dati, ormai a disposizione per un utente su due, così come per il traffico internet generato su rete mobile che fa registrare il +45%.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 20 voti)

Offerte confrontate

Scopri le migliori offerte telefonia mobile con o senza smartphone incluso e risparmia su chiamate, sms e internet.

Compagnie telefoniche

Scopri i prodotti e leggi tutte le informazioni sulle principali compagnie di telefonia mobile.

Compagnie telefoniche

Guide alla telefonia

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy