89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Telefonia mobile: in calo il numero di linee attive

pubblicato da il 1 maggio 2015
Telefonia mobile: in calo il numero di linee attive

La crescita della telefonia mobile in Italia subisce un brusco stop e, a sorpresa in tempi di crisi economica, lo fa più per la contrazione del mercato consumer che per quello business. A rivelarlo è l’Osservatorio Trimestrale sulle Comunicazioni dell’AGCOM, con dati aggiornati al 31 dicembre 2014.

Nonostante l’aspra battaglia delle tariffe cellulari, infatti,gli operatori di telefonia mobile devono fare i conti con un dato allarmante: le linee totali sono diminuite di 2,7 milioni su base annua, senza particolari differenze tra schede prepagate e in abbonamento, scendendo a un totale di 94,2 milioni. A farne le spese sono soprattutto gli operatori principali (MNO) con la perdita di ben 4,2 milioni di SIM, solo in parte compensata dalla crescita degli operatori virtuali (MVNO) che salgono di 1,5 milioni di linee attive attestandosi al 7,1% del mercato.

All’interno di questo scenario, l’operatori di telefonia mobile che maggiormente ha accusato il colpo è stato Vodafone con il -2,3% di quota di mercato. Nonostante il calo, l’azienda britannica si mantiene al secondo posto in Italia con il 27,1% delle SIM in circolazione, contro il 32,2% del leader TIM e il 22,9% di Wind, entrambe senza particolari variazioni. Tra gli MNO, l’unico a crescere è H3G, con un +0,7% che vale il 10,7% del mercato.

PosteMobile, al 3,5% complessivo e a ben il 49,2% del mercato MVNO, non può dormire sonni sereni. L’operatore virtuale di telefonia mobile di Poste Italiane guadagna lo 0.6% nel mercato complessivo, ma perde il 5,2% in quello MVNO, segnato dall’esordio in gran spolvero di Lycamobile: 10,4% che vale il terzo posto dietro a Poste Mobile e Fastweb (12,6%) . A seguire, Coop Italia con l’8,8% ed Erg Mobile al 5,6%.

Guardando al mercato business, sorprende la crescita delle SIM uso affari: 14 milioni di schede attive con un aumento di 1,18 milioni di linee su base annua. Il merito è soprattutto di Wind che guadagna il 4,4% attestandosi al terzo posto tra gli operatori business con il 6% del mercato, dietro a TIM con il 58,8% (-3,2) e Vodafone con il 26,1% (-1,2).

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le migliori offerte telefonia mobile con o senza smartphone incluso e risparmia su chiamate, sms e internet.

Compagnie telefoniche

Scopri i prodotti e leggi tutte le informazioni sulle principali compagnie di telefonia mobile.

Compagnie telefoniche

Guide alla telefonia

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy