02 55 55 1 Lun-Sab 9.00-21.00

Tariffe cellulari: l’addio al roaming in Europa è ancora lontano

pubblicato da il 11 giugno 2015
Tariffe cellulari: l’addio al roaming in Europa è ancora lontano

L’estate è alle porte e per molti italiani è arrivato il momento di pianificare la propria vacanza, magari alla scoperta di una città europea. Complice il boom dei voli low cost, spostarsi da una nazione all’altra del vecchio continente è diventato facile e conveniente come e più di un viaggio all’interno dei confini nazionali, cosa che invece non si può dire per la telefonia mobile, ancora schiava dei costi del roaming internazionale.

Nonostante gli sforzi della Commissione Europea, infatti, anche in occasione dell’estate 2015 ci ritroveremo alle prese con la caccia alle tariffe cellulari più convenienti per chiamare e navigare all’estero. E il futuro non promette nulla di roseo, in quanto gli operatori sembrano lontani dal trovare gli accordi per il raggiungimento del roaming zero, auspicato dall’ex commissaria responsabile dell'Agenda Digitale europea, l’olandese Neelie Kroes, ormai più di un anno fa e rimandati nel marzo scorso tra mille tensioni.

Polemiche destinate a crescere nei prossimi mesi, in quanto la strada che dovrebbe portare al graduale azzeramento dei costi del roaming entro il 2018 appare tutta in salita. A sottolinearlo è stata Viviane Reading, ex commissaria europea per le telecomunicazioni nella Commissione Barroso I, che come la collega Kroes si è sempre schierata apertamente contro il roaming. Secondo la Reading, infatti, l’abbattimento dei confini europei in fatto di comunicazioni sembra essere scivolato in molto basso nella lista delle priorità della Commussione UE e ciò sarebbe da imputare alle pressioni dei gestori di telefonia mobile, in particolare quelli dell’Est Europa, caratterizzati da tariffe più basse della media del vecchio continente e per questo motivo spaventati dalle perdite che potrebbero derivare dai rimborsi alle altre telco al momento dell’attuazione del roaming zero.

Come se ciò non bastasse, l’estate 2015 rischia di giocare brutti scherzi ai turisti europei, con il ritorno del fenomeno delle bollette pazze dovute al roaming. Nonostante i limiti imposti dall’UE nel 2014 e l’introduzione da parte degli operatori di piani tariffari dedicati al roaming, c’è un nuovo spauracchio e si chiama 4G: il traffico dati con tecnologia LTE potrebbe sfuggire al blocco del roaming o non rientrare nelle promozioni per l’estero. I gestori sono già all’opera per evitare problemi ai propri clienti, ma già si registrano segnalazioni di addebiti indesiderati. Prima di partire per la vacanza, quindi, meglio consultare il proprio operatore.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le migliori offerte telefonia mobile con o senza smartphone incluso e risparmia su chiamate, sms e internet.

Compagnie telefoniche

Scopri i prodotti e leggi tutte le informazioni sulle principali compagnie di telefonia mobile.

Compagnie telefoniche

Guide alla telefonia

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy