02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti senza busta paga, soluzioni a confronto

pubblicato da il 2 giugno 2016
Prestiti senza busta paga, soluzioni a confronto

Ottenere un prestito personale senza avere un reddito dimostrabile non è un’impresa semplice, essendo le entrate mensili la principale garanzia richiesta dalla banca, e non sempre l’unica. Posto che è impensabile, come si può facilmente intuire, ottenere un finanziamento senza offrire alcuna garanzia di rimborso, esistono alcune strade alternative praticabili da chi non può contare su una busta paga o da chi ha già altri prestiti in corso che pesano sullo stipendio rendendolo temporaneamente insufficiente a garantire un nuovo finanziamento.

La prima opzione praticabile quando le entrate mensili non convincono la banca della solidità finanziaria del cliente è la fideiussione, vale a dire la richiesta di un prestito alla presenza di un garante, una persona con una posizione finanziaria solida che assicuri di intervenire in prima persona facendosi carico delle rate da pagare in caso il titolare del finanziamento non riuscisse a far fronte all’impegno. Soluzione di solito proposta agli studenti o ai lavoratori più giovani, che possono richiedere l’intervento di un genitore, la presenza di un garante può essere sufficiente in caso di piccoli prestiti, oppure può rendere più convincente la richiesta di un finanziamento tradizionale, con busta paga, ma di importo particolarmente importante.

Un’altra opzione adatta alle richieste di importo contenuto è offerta dai prestiti cambializzati, non particolarmente convenienti dal punto di vista degli interessi medi versati, ma praticabili da chi non ha sufficienti garanzie alternative. Questa tipologia di prestito si basa appunto sul meccanismo delle cambiali, che il cliente firma per garantire il rimborso e che la banca può utilizzare per riscuotere forzatamente quanto dovuto in caso di insolvenza, anche attraverso il pignoramento dei beni del cliente.

Chi non dispone di un reddito fisso potrebbe però poter dimostrare di avere una rendita alternativa, e questa in alcuni casi si rivela sufficiente a garantire il finanziamento, soprattutto se si tratta di un piccolo prestito. Una rendita finanziaria alternativa può essere ad esempio l’assegno di mantenimento conseguente a un divorzio oppure un appartamento in affitto, per il quale sia possibile dimostrare che l’inquilino paga con assoluta regolarità il canone mensile.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy