89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Come ottenere un prestito per finanziare piccole attività imprenditoriali

pubblicato da il 16 aprile 2013
Come ottenere un prestito per finanziare piccole attività imprenditoriali

In tempi economicamente grami come questi non è una cattiva idea affidarsi a forme di prestito agevolato per aggirare la crisi del mercato del lavoro e avviare una piccola attività imprenditoriale. Ma qual è il percorso da seguire in casi del genere? In Italia la gestione della legge che agevola il cosiddetto Autoimpiego (DL n. 185/2000 - Titolo II) è affidata a Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione d'investimenti e lo sviluppo d'impresa (ex Sviluppo Italia) e prevede la concessione di agevolazioni finanziarie - contributo a fondo perduto e mutuo a tasso agevolato - e di servizi di assistenza tecnica a disoccupati o persone in cerca di prima occupazione.

Invitalia sostiene l’avvio e la realizzazione di tre tipologie di iniziative:

  • Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale), con investimenti complessivi previsti fino a 25.823 euro. L'agevolazione è rivolta a singole persone ed ha l'obiettivo di aiutarle ad avviare un'attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. Per presentare la domanda bisogna essere in possesso di pochi ma indispensabili requisiti: aver compiuto la maggiore età, non svolgere nessuna occupazione, essere residenti in Italia. Anche la sede legale e operativa dell'attività deve essere ubicata nel territorio nazionale.
  • Microimpresa (in forma di società), con investimenti complessivi previsti fino 129.114 euro. L’agevolazione è rivolta a società di persone che intendano avviare una attività imprenditoriale di piccola dimensione nei settori della produzione di beni o di servizi. Sono escluse le ditte individuali, le società di capitali, le cooperative, le società di fatto e le società aventi un unico socio. Per presentare la domanda, almeno la metà numerica dei soci che detiene almeno la metà delle quote deve essere maggiorenne, non occupata e residente in Italia.
  • Franchising (in forma di ditta individuale o di società), da realizzare con franchisor accreditati con Invitalia. Questa agevolazione è rivolta a persone fisiche o società (di persone o di capitali) di nuova costituzione (sono escluse le società di fatto e le società aventi scopi mutualistici) che intendono avviare un'attività imprenditoriale in franchising. I requisiti per accedervi sono i medesimi della Microimpresa.

È bene precisare che la legge considera occupati, e quindi impossibilitati ad accedere alle suddette agevolazioni, tutti i titolari di rapporti di lavoro dipendente (a tempo determinato e indeterminato, anche a tempo parziale), nonché i titolari di contratti di lavoro a progetto, intermittente o ripartito, i soggetti che esercitano una libera professione, i titolari di partita Iva, anche se non movimentata, gli imprenditori, familiari (nel caso di impresa familiare) e coadiutori di imprenditori e gli artigiani.

Le domande di finanziamento e tutte le successive comunicazioni devono essere indirizzate a INVITALIA AUTOIMPIEGO, Via Pietro Boccanelli 30, 00138 Roma. Sul sito di Invitalia è disponibile tutta la modulistica necessaria per l’invio della domanda.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy