02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti per i nuovi assunti col Jobs Act: Unicredit manterrà le vecchie condizioni

pubblicato da il 29 marzo 2015
Prestiti per i nuovi assunti col Jobs Act: Unicredit manterrà le vecchie condizioni

Buone notizie per tutti i nuovi assunti col contratto a tutele crescenti introdotto dal Jobs Act che intendono richiedere prestiti o mutui: Unicredit ha infatti annunciato ufficialmente che considera la nuova forma contrattuale del tutto equiparata a quella fin qui prevalente (vecchio contratto a tempo indeterminato), sia dal punto di vista della valutazione creditizia che dell’offerta commerciale, per cui i beneficiari del Jobs Act potranno accedere al credito secondo le vecchie condizioni.

Del resto non molto tempo fa lo stesso Antonio Patuelli, presidente dell’ABI, aveva lanciato segnali di ottimismo circa la disponibilità delle banche, dichiarandosi convinto che i neoassunti con il contratto indeterminato a tutele crescenti (e le loro richieste di prestiti e mutui) sarebbero stati bene accolti dagli istituti di credito. Secondo Patuelli, infatti, per le banche non è tanto importante il fatto che le tutele dal licenziamento si esplichino in modo differente rispetto al passato, ma piuttosto che le domande di prestito vengano avanzate da lavoratori con contratto stabilizzato. E quello introdotto con il cosiddetto Jobs Act lo è a tutti gli effetti.

La decisione di Unicredit è stata comunicata mediante una nota ufficiale a firma di Gabriele Piccini, Country Chairman Italy, che ha specificato come il suo gruppo sia ben lieto di favorire le ultime evoluzioni del mondo del lavoro, tese a valorizzare la continuità lavorativa indipendentemente dalla tipologia di contratto e dalla dimensione aziendale, e che la scelta conferma il loro impegno a supporto delle necessità finanziarie dei privati e delle famiglie.

La speranza adesso è che anche gli altri gruppi bancari che operano in Italia, dai più grandi alle piccole realtà locali, seguano l’esempio di Unicredit nell’applicare le norme che regolano la concessione dei prestiti anche al nuovo contratto. In questa maniera sarà molto più semplice, soprattutto per le fasce di età più giovani, accedere alle varie forme creditizie come i prestiti personali e finalizzati, i prestiti veloci, i prestiti delega, i prestiti fiduciari e così via.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy