89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti per i meno abbienti: dal Comune di Milano un contributo di 28 milioni di euro

pubblicato da il 30 aprile 2013
Prestiti per i meno abbienti: dal Comune di Milano un contributo di 28 milioni di euro

Nell’ultimo anno sono stati 16.000 i cittadini milanesi, soprattutto anziani, persone con disabilità, adulti in difficoltà e disoccupati, che hanno ottenuto un contributo dal Comune sotto forma di sussidi, sostegni economici, aiuti per pagare l'assistenza e accesso al Fondo Anticrisi. Le risorse impiegate dall’Amministrazione Pisapia hanno raggiunto i 28 milioni di euro in un anno, di cui 3,1 milioni utilizzati proprio per il Fondo Anticrisi, lo strumento anticrisi rilanciato con nuovi criteri nel maggio del 2012.

Rispetto al 2010, ovvero l’anno in cui il Fondo è partito con i criteri della precedente Giunta, le domande di accesso a un contributo sono triplicate, passando dalle 917 del 2010 alle 2.664 ricevute dal maggio del 2012 a oggi: numeri che evidenziano piuttosto inequivocabilmente la grave crisi economica che sta investendo il nostro Paese e non solo, ma anche la maggiore aderenza dei criteri individuati dal Comune rispetto al bisogno della città. Nell'ultimo anno i 3,1 milioni di euro impiegati dal Fondo Anticrisi hanno permesso di assegnare un necessario sostegno a 1.738 milanesi, tutti facenti parte delle fragili categorie dei disoccupati, delle famiglie e delle coppie giovani in difficoltà con il pagamento dell’affitto.

L'assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano, Pierfrancesco Majorino, ha spiegato con soddisfazione che nonostante i tagli e grazie anche al contributo dato dalla social card finanziata dallo Stato, l’attuale Amministrazione continuerà a garantire alle fasce più deboli della città il massimo impegno, sotto forma di sostegno al reddito, anche nel 2013, assicurando nel contempo che non saranno mai lasciate sole. Proprio per questo si sta anche studiando l'integrazione tra fondi pubblici e privati per unire tutte le energie di Milano.

Ricordiamo che il Fondo Anticrisi era stato introdotto nel 2010 per iniziativa della Giunta Moratti ed è stato rilanciato il 10 maggio 2012 dall’Amministrazione Pisapia, con criteri nuovi e probabilmente più vicini alle reali necessità delle persone. La misura è stata così aperta a tutti, lavoratori dipendenti o autonomi che hanno perso il lavoro, con o senza figli, anziani a carico e persone con disabilità, giovani coppie sotto i 40 anni, anche non sposate. In un anno le richieste pervenute sono state 2.664. Di queste, 1.738 avevano i requisiti per accedere al contributo (65%). Il contributo medio assegnato è stato di 1.721 euro per i disoccupati e di 4.418 euro per le coppie giovani in difficoltà.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy