89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti alle famiglie: +6,4% a gennaio 2015, c’è più fiducia nel futuro

pubblicato da il 17 febbraio 2015
Prestiti alle famiglie: +6,4% a gennaio 2015, c’è più fiducia nel futuro

Gli italiani hanno più fiducia nel futuro? Sembrerebbe di sì a leggere i dati sulle richieste di prestiti alle famiglie a gennaio 2015, in aumento del 6,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Lo ha rilevato il sistema di informazioni creditizie Eurisc, a conferma del trend positivo iniziato nell’ultimo trimestre del 2014.

Nello specifico, a gennaio 2015 sono stati soprattutto i prestiti finalizzati a far segnare l’aumento più consistente, +8,6%, mentre la domanda di finanziamenti personali si è mantenuta più contenuta, fermandosi al +3,8%. In totale l’importo medio richiesto è stato pari a 7.186 euro (4.801 euro i finalizzati e 10.231 i personali), in contrazione rispetto a quello registrato nello stesso mese del 2014 e ben al di sotto dei valori registrati negli anni pre-crisi, seppur in ripresa rispetto al picco negativo di dicembre. Quindi aumentano le domande ma diminuiscono gli importi: per la serie “fiducia sì ma con prudenza”.

Riguardo la distribuzione per fasce di importo, tra le richieste di prestiti finalizzati la classe prevalente si conferma quella inferiore ai 5.000 euro, con una quota pari al 70,1% del totale. Stessa cosa anche sul fronte dei prestiti personali, con la fascia più bassa a rappresentare la quota predominante (36,5% del totale) davanti alle classi comprese tra 10.000 e 20.000 euro, con il 25,8%, e quella tra 5.000 e 10.000 euro, con il 24%.

Analizzando invece la domanda dei prestiti sulla base della loro durata, a gennaio 2015 quasi un terzo del totale presenta una durata inferiore ai 18 mesi, a riprova che le scelte di indebitamento delle famiglie italiane si stanno orientando verso finanziamenti di breve durata oltre che, come si è visto, di piccolo importo.

Infine, prendendo in esame il profilo dei richiedenti prestiti per fascia di età, si nota come siano soprattutto due classi, ovvero quella compresa tra i 35 e 44 anni e quella tra i 45 e 54 anni, ad aver presentato il maggior numero di domande, rispettivamente con il 24,8% e il 25,5% del totale, sostanzialmente in linea con quanto si registrava nel medesimo periodo dello scorso anno.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy