02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti alle famiglie italiane: +8,4% nel primo semestre del 2015

pubblicato da il 16 luglio 2015
Prestiti alle famiglie italiane: +8,4% nel primo semestre del 2015

Cresce la domanda di prestiti delle famiglie italiane nel primo semestre 2015: secondo le cifre fornite da Eurisc, che ha raccolto i dati relativi a oltre 77 milioni di posizioni creditizie, la prima metà dell’anno ha fatto segnare un incremento dell'8,4% del numero di richieste rispetto allo stesso periodo del 2014, soprattutto grazie alla poderosa spinta dei prestiti finalizzati. Dopo una lunga fase di debolezza sembra dunque che stia cambiando l’aria, come ha sottolineato il presidente dell'ABI Antonio Patuelli che in questi ultimi mesi ha visto i germogli di una chiara ripresa, anche se per raccogliere i frutti bisognerà ancora attendere il periodo giusto.

Nel dettaglio, a giugno c’è stato un ulteriore irrobustimento della crescita della richiesta di prestiti da parte delle famiglie, pari a +4,7% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Come abbiamo visto, quest’ultima positiva variazione ha portato la domanda relativa al primo semestre del 2015 ad attestarsi su un incoraggiante +8,4%, nonostante il recupero verso i numeri che si registravano prima della crisi non sia stato ancora colmato del tutto.

La buona performance complessiva è stata prodotta fondamentalmente dall’andamento dei prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi, che al 30 giugno hanno fatto segnare un aumento nel numero delle domande presentate agli istituti di credito pari a +11,4% rispetto al corrispondente mese del 2014. Mentre le richieste di prestiti personali, prodotto che per la sua specificità prevede mediamente importi più elevati e durate più lunghe, hanno invece fatto registrare un incremento più contenuto, pari a +5%. La ritrovata propensione delle famiglie italiane verso il credito ha trovato riscontro anche nell’andamento dell’importo medio richiesto, salito in media fino a 7.948 euro  (5.119 euro i prestiti finalizzati e 11.761 euro i personali).

Da segnalare infine la distribuzione per classi di durata dei prestiti richiesti: quella fino ai 12 mesi è risultata essere la preferita dagli italiani, con una quota pari al 22% del totale. Al secondo posto la classe di durata superiore ai 5 anni, con il 21,2%. Ovviamente questa preferenza verso piani di rimborso molto brevi o il più possibile spalmati nel tempo si ricollega strettamente all’entità del prestito richiesto: per piccoli importi si tende a privilegiare la restituzione veloce, mentre per i finanziamenti più impegnativi si cercano soluzioni per le quali il peso della rata mensile incida il meno possibile sul reddito familiare.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy