02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti ai lavoratori che non riscuotono lo stipendio

pubblicato da il 25 luglio 2013
Prestiti ai lavoratori che non riscuotono lo stipendio

La Regione Toscana ha firmato un’intesa con Cgil, Cisl e Uil per introdurre un pacchetto di provvedimenti a sostegno dei lavoratori e delle famiglie. Si tratta di misure sperimentali per tre anni che saranno finanziate da una spesa di 30 milioni di euro, a cui se ne aggiungeranno altri 5 destinati al fondo per la non autosufficienza ed un altro milione e mezzo per la rinegoziazione di mutui. Tra i provvedimenti adottati, oltre a vari bonus previsti per i nuovi nati e per le famiglie già numerose che contano almeno quattro figli a carico, assume particolare importanza la decisione di destinare un contributo economico ai lavoratori cui non viene erogato lo stipendio.

L’ipotesi prevede infatti prestiti fino a 3.000 euro e zero interessi, da restituire in tre anni, per chi non riscuote lo stipendio da almeno due mesi. Una misura assolutamente inedita che il Presidente della Giunta regionale, Enrico Rossi, ha presentato a margine dell’incontro decisivo avuto con i sindacati, ricordando con malcelato orgoglio che la Regione Toscana è la prima in Italia a muoversi  in tal senso e potrebbe fare da apripista ad altri organismi del nostro Paese che guardano alla solidarietà e alla coesione sociale come imprescindibili fattori di competitività.

Come già accennato, nel pacchetto sono compresi anche bonus-bebè (700 euro per ogni bambino che nascerà tra il 2013 e il 2015), bonus per famiglie numerose con un sostegno annuale di 700 euro a cui se ne aggiungeranno altri 170 per ogni altro figlio oltre il quarto, e infine bonus per famiglie con uno o più figli gravemente disabili: 700 euro l'anno per ciascuno, se con meno di 25 anni.

Le misure approderanno al più presto in Consiglio Regionale per garantire una rapida approvazione, in modo che già dal prossimo mese di settembre i cittadini interessati possano rivolgersi ai sindacati o ai Comuni per avviare le domande e ricevere i primi contributi. È inutile specificare che bonus e contributi verranno erogati tenendo conto della ricchezza e della disponibilità economica di famiglie e lavoratori.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy