89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Prestiti agevolati per progetti in campo energetico: c’è il sì della BEI

pubblicato da il 1 agosto 2013
Prestiti agevolati per progetti in campo energetico: c’è il sì della BEI

La BEI, Banca Europea per gli Investimenti, ha recentemente approvato l’erogazione di prestiti e finanziamenti agevolati per progetti in campo energetico, a patto che questi ultimi prevedano l’utilizzo di energie rinnovabili o alternative, in modo da rispettare la nuova politica climatica decisa dall'Unione Europea. La decisione è giunta al termine di un lungo lavoro, durato dieci mesi, di revisione dei criteri per la concessione dei prestiti, con la predisposizione di nuove linee guida per il finanziamento di progetti alle energie rinnovabili, per l'efficienza energetica e per il miglioramento delle reti elettriche.

Come ha spiegato Mihai Tanasescu, vicepresidente del braccio finanziario dell'UE responsabile per i prestiti al settore energia, la BEI nei prossimi anni indirizzerà i suoi aiuti economici soprattutto verso i progetti cosiddetti “green” e per sostenere la ricerca e l'innovazione in questo settore. In questo modo la BEI immagina di dare il proprio contributo anche a progetti nazionali, agli obiettivi energetici e alla creazione di nuovi posti di lavoro in tutta Europa. Anche Gunther Oettinger, commissario europeo per l'Energia, attraverso una dichiarazione ufficiale riportata dall’Ansa, ha spiegato come gli investimenti significativi a lungo termine in Europa siano essenziali per raggiungere gli obiettivi energetici e climatici e mantenere un vantaggio tecnologico. Per questo è importante il ruolo della BEI nel finanziare progetti di questo tipo, e le nuove linee guida approvate di recente forniscono un quadro di riferimento per i prossimi anni.

Tra le varie mosse della BEI, è prevista anche l'introduzione di un nuovo sistema per la misurazione degli standard relativi alle emissioni, che va applicato a tutti i progetti di produzione di combustibili fossili in modo da escludere gli investimenti che superano la soglia di CO2 stabilita. Un sistema che dovrebbe escludere dal campo d'intervento della Banca nuove centrali a carbone, tra l’altro nel corso degli ultimi cinque anni i prestiti della BEI per l'energia prodotta da carbone erano già diminuiti.

Ricordiamo infine che la BEI è uno dei più grandi istituti di credito per l'energia: negli ultimi cinque anni ha erogato più di 70 miliardi di euro per investimenti a lungo termine in questo settore, e nel 2012 il finanziamento per rinnovabili, efficienza e reti è stato di 13 miliardi di euro.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy