89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Microcredito lavoratori toscani in difficoltà: si amplia la platea dei beneficiari

pubblicato da il 23 settembre 2014
Microcredito lavoratori toscani in difficoltà: si amplia la platea dei beneficiari

La Commissione Sviluppo Economico della Regione Toscana ha approvato all'unanimità una proposta di modifica alla legge regionale 45 del 2013, che attraverso il progetto “Toscana Solidale” ha introdotto una serie di misure per dare sostegno alle famiglie colpite dalla crisi. Le modifiche intendono allargare la platea dei beneficiari dell’iniziativa “Microcredito per lavoratori in difficoltà”, e sono indirizzate in particolar modo a coloro che hanno necessità di rivolgersi alle banche per ottenere un piccolo prestito.

Con il provvedimento in questione si è innanzitutto provveduto a includere tra i beneficiari anche i lavoratori autonomi con partita Iva individuale. Per accedere al microcredito gli interessati dovranno avere la residenza in Toscana, essere titolari di partita Iva individuale da almeno due anni precedenti alla presentazione della domanda e avere un valore Isee non superiore a 36.151,98 euro. Si richiede inoltre che i beneficiari non abbiano contratti o incarichi di lavoro autonomo né percepiscano compensi da almeno due mesi, non siano imprenditori e non abbiano sostenuto spese per lavoratori dipendenti o collaboratori nell'anno in corso.

Novità in arrivo anche per i lavoratori dipendenti, poiché nel testo iniziale della legge, in attesa che entrasse in vigore il nuovo Isee, la concessione del contributo faceva riferimento a requisiti che si sono rivelati troppo stringenti e che di fatto hanno finito per frenarne l'applicazione. La Commissione ha dunque deciso di innalzare il valore Isee fino a 36.151,98 euro pure per loro.

L'assessore regionale alle Attività Produttive, Gianfranco Simoncini, ha espresso doppia soddisfazione per questo risultato, sia perché grazie a queste modifiche si potranno erogare gli aiuti previsti a un numero maggiore di lavoratori e lavoratrici in situazione di disagio economico, e poi perché l'approvazione delle modifiche stesse è avvenuta all'unanimità, esito importante e condiviso da tutti per facilitare e rendere più snella l'applicazione della misura.

La Regione Toscana, che ha messo a disposizione dell’iniziativa ben cinque milioni di euro per tre anni, dallo scorso anno ha già risposto positivamente a 253 domande di microcredito e altre 13 sono attualmente in lavorazione, per un esborso temporaneo di circa 800.000 euro.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy