89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Social lending: prestiti personali tramite internet

pubblicato da il 30 settembre 2014
Social lending: prestiti personali tramite internet

Il social lending, o prestito tra privati, si basa sulla creazione di una comunità online nella quale i richiedenti, cioè coloro che richiedono un prestito, e i prestatori, coloro che investono il proprio denaro prestandolo ad altri, possono interagire direttamente tra loro, senza ricorrere a intermediari e ottenendo così condizioni migliori per entrambi: tassi più bassi per chi ottiene il prestito e interessi più alti per chi presta denaro.

Il fenomeno del social lending ha preso piede nel 2005 in Gran Bretagna (dove è noto anche come P2P lending) e in pochi anni, sulla spinta della crisi economica che ha reso più difficoltoso l’accesso al credito attraverso i canali tradizionali rappresentati da società finanziarie e banche, è diventato un modello alternativo che funziona su larga scala. Sono ora oltre 40 le piattaforme di social lending attive nel mondo, di cui la maggior parte negli USA e un paio anche in Italia.

Il meccanismo di questa nuova forma di credito prevede che a ogni richiedente venga assegnato un rating, cioè un giudizio sul suo livello di affidabilità. Più il livello del rating è basso e più i tassi di interesse per i prestatori sono alti per compensare il rischio. Il prestito viene erogato dopo un’analisi della documentazione fornita dal richiedente a controprova di quanto dichiarato. Al suo ammontare contribuiscono una pluralità di prestatori, ognuno con una quota capitale e un tasso specifico, ed è a tasso fisso, calcolato come media ponderata dei tassi richiesti dai singoli prestatori. Il richiedente restituisce il prestito con una rata di cadenza minima mensile oppure più lunga, ed è poi compito dell’intermediario di social lending ridistribuire la rata ai prestatori secondo la quota capitale e la quota interessi spettante a ciascuno.

Tra i vantaggi del social lending c’è la minor rigidità nell’accedere ai finanziamenti rispetto ai canali tradizionali, i tassi d’interesse più concorrenziali e l'assenza di penali nel caso di estinzione anticipata del debito. Tra gli svantaggi viene invece segnalato il rischio relativamente più elevato dell’investimento rispetto alle alternative con un profilo di rendimento simile.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy