02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

I prestiti dell’INPS Gestione ex-INPDAP

pubblicato da il 25 gennaio 2013
I prestiti dell’INPS Gestione ex-INPDAP

Da gennaio 2012 l’Inpdap, Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, è confluito ufficialmente nell’Inps. L’Inpdap è sempre stato (e continua ad essere, nella sua nuova forma) un fondamentale polo di previdenza per i dipendenti pubblici, offrendo servizi di grande utilità agli iscritti alla Gestione autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. Oltre ad attività “standard” quali l’erogazione delle pensioni e la liquidazione dei trattamenti di fine servizio (o rapporto), l’Inps Gestione ex Inpdap fornisce anche prestazioni finanziarie a condizioni particolarmente agevolate, quali concessioni di prestiti e mutui gestite tramite il fondo dell’ente.

Ecco un elenco delle opportunità a disposizione dei dipendenti pubblici alla ricerca di un finanziamento.

  • Piccoli prestiti: possono accedervi gli iscritti Inpdap (dipendenti o pensionati pubblici) che hanno bisogno di una piccola somma di denaro per far fronte a necessità impreviste. La durata del prestito varia da 12 a 48 mesi e per effettuare la richiesta non è necessario presentare documentazioni di spesa, motivazioni specifiche o certificati medici. Sull’importo lordo dell’erogazione, il Tan è del 4,25% e le spese di amministrazione sono dello 0,50%. La somma da richiedere varia da una a due mensilità dello stipendio o della pensione per ogni anno di durata del prestito. È possibile rinnovare il finanziamento una volta trascorsa metà del periodo di rimborso.
  • Prestiti pluriennali diretti: si tratta di finanziamenti della durata di 5 o 10 anni, erogati per far fronte a impegni personali o famigliari di vario genere. Possono accedervi gli iscritti Inpdap con almeno 4 anni di contributi presso il fondo di gestione e, se dipendenti, con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Il rimborso avviene con rata mensile dell’importo massimo pari a un quinto dello stipendio o della pensione. In questo caso, per la concessione è richiesta la documentazione di spesa, oltre alla documentazione indicante lo stato di necessità e un certificato di sana costituzione fisica. Il Tan dei prestiti con cessione diretta è del 3,50%.
  • Prestiti pluriennali garantiti: possono essere richiesti dagli iscritti Inpdap attualmente in attività e con almeno 4 anni di servizio utili per la pensione. Gli enti erogatori sono società finanziarie accreditate presso l’Inps Gestione ex Inpdap, e i prestiti sono garantiti contro i rischi di decesso del creditore, cessazione del servizio e riduzione dello stipendio. Come per le cessioni dirette, la durata varia da 5 a 10 anni e il rimborso avviene tramite trattenute mensili non superiori a un quinto dello stipendio. Le spese comprendono il tasso di interesse stabilito dalla finanziaria, i costi di amministrazione dello 0,50% e un premio a copertura dei rischi di insolvenza pari all’1,5% per i prestiti quinquennali e al 3% per i decennali. Il richiedente non deve presentare documentazione di spesa, ma occorre un certificato medico di sana costituzione fisica.

Per informazioni sui finanziamenti con cessione del quinto consulta la sezione dedicata alla cessione del quinto per pensionati INPS su Facile.it.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy